“Revolution”, al via il Lucca Comics & Games 2014

0

LUCCA – Taglio del nastro, questa mattina, per Lucca Comics & Games. A dare il via alla nota kermesse il sindaco Alessandro Tambellini con accanto il Prefetto Giovanna Cagliostro, il presidente della Provincia Stefano Baccelli e persino il Vescovo Italo Castellani. Oltre che il patron della manifestazione, Renato Genovese.

La “Revolution” 2014 è iniziata e Lucca è stata presa letteralmente d’assalto. Centinaia di migliaia le persone che si sono riversate, come annunciato, nella città delle Mura, sotto controllo sia nel centro che ai caselli autostradali e alla Stazione Ferroviaria, come predisposto dalla Questura, con personale in divisa e in borghese per garantire l’ordine pubblico.

“Il Festival si allarga nella città – ha sottolineato il presidente Caredio – per mostrare al pubblico sempre nuovi siti e gioielli di Lucca”.  “Il fumetto – ha evidenziato il sindaco Tambellini – è entrato a far parte della nostra cultura quale vera espressione artistica, ed è ancora più apprezzato quando si sposa con luoghi d’arte come la nostra città”. Il presidente della Provincia Stefano Baccelli ha ringraziato l’organizzazione per il grande lavoro mettendo in evidenza come il festival ormai sia cresciuto: “Ed è ormai arrivato al livello del Palio di Siena e del Carnevale di Viareggio. L’appello di Renato Genovese, direttore della manifestazione è rivolto principalmente alla città: “Lucca è importante per tanti giovani, non deludiamoli”. Le autorità si sono calate nella parte lasciandosi andare a momenti di divertimento, inscenando una divertente sfida con le spade di Star Wars.

Da segnalare, tra i tanti stand, “La vita non è un fumetto”, laboratorio didattico organizzato dal Forum Provinciale per la Prevenzione delle Dipendenze dalle Sostanze Psicoattive, coordinato dalla Prefettura di Lucca. L’iniziativa si inserisce nella kermesse del fumetto, del gioco e dell’animazione e sarà svolta presso lo stand messo a disposizione da Lucca Comics & Games. L’attività di laboratorio, curata, in collaborazione con tutti gli enti appartenenti al Forum (Forze dell’Ordine, Provincia, ASL 2 Lucca, ASL 12 di Viareggio, Ufficio Scolastico Territoriale, Coni, Acat, Comitato Non la Bevo, Ceis, Cesvot, Cesdop) è destinata alle scolaresche che lo scorso anno hanno realizzato il gioco “FUN, FUN, FUN” sugli stili di vita sani ed il divertimento sicuro. Anche quest’anno, proseguendo un percorso educativo avviato nelle scuole medie di secondo grado, saranno trattati i temi della sicurezza, dell’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti. La finalità è quella di prevenire “lo sballo” ed insegnare che esistono modalità diverse e più sane di divertimento. Allo stand saranno presenti i peer educator i quali, in linea con la filosofia prescelta dal Forum, saranno gli interlocutori degli studenti più piccoli per insegnare loro principi e regole utili nella formazione e nella crescita personale dei ragazzi. Soddisfazione è stata espressa dal Prefetto Giovanna Cagliostro che, unitamente ad altre Autorità, ha fatto visita stamattina allo stand, nel corso dell’inaugurazione del Festival del fumetto. Proseguendo inoltre si è soffermata allo stand dell’Unicef dove ha ricevuto in dono la “pigotta”, simbolo delle iniziative di beneficenza.

Quanto agli studenti, sgomberati ieri da Sant’Agostino ( leggi anche: Sgomberato il Sant’Agostino, l’occupazione lampo è finita …) che volevano dare via ad una 4 giorni di “riappropriazione dedicata al fumetto indipendente”, in ragione della eccezionale situazione legata allo svolgimento della manifestazione Lucca Comics & Games ed al fine di gestire al meglio la contestualità di eventi sul territorio, il Comune di Lucca, ha convenuto con le  Autorità di Pubblica Sicurezza, di consentire al gruppo di ragazzi, che oggi pomeriggio si è riunito presso il Centro Culturale Agorà, l’utilizzo degli spazi del Foro Boario per la durata del fine settimana.

 

 

 

No comments

*