Ricettazione, in tre in manette: uno era residente a Porcari

0

PISTOIA – Nella tarda mattinata la Squadra Mobile della Questura di Pistoia, diretta dal vice questore aggiunto Antonio Fusco, in Montecatini Terme, ha sottoposto a fermo di polizia giudiziaria tre cittadini albanesi ritenuti responsabili delreato di ricettazione in quanto trovati in possesso di numerosa refurtiva proveniente da una serie di furti in abitazioni commessi nei giorni precedenti nella zona della Valdinievole; nell’ambito dell’operazione è stato denunciato a piede libero anche un quarto soggetto, A.N. di anni 29, fratello di uno dei tre fermati, con a carico un minore quadro indiziario.
I fermati sono N.N. e A.T. di 28 anni nonché A.M. di 19 anni, tutti di nazionalità albanese e gravitanti nella zona di Milano i quali evidentemente si erano spostati in questa provincia per porre in essere i reati di cui sono ritenuti responsabili.
L’attività investigativa ha preso spunto dalla segnalazione telefonica di un cittadino avvenuta venerdì 27 novembre con la quale la Squadra Mobile ha ricevuto la notizia che da un’autovettura Volkswagen Polo con targa albanese gli occupanti avevano gettato un involucro che prontamente recuperato da personale inviato sul posto, risultava contenere vari monili di bigiotteria risultati essere provento di un furto in abitazione commesso il precedente 24 novembre in Buggiano. Parallelamente sono stati avviati una serie di servizi sul territorio per verificare se il veicolo segnalato gravitasse nella zona di Montecatini e ciò dava esito positivo in quanto nello stesso pomeriggio del 27 veniva localizzata nella zona sud regolarmente parcheggiata. Da quel momento il personale della Squadra Mobile ha iniziato un ininterrotto servizio di osservazione e nella mattinata di ieri l’auto è stata prelevata da due giovani che si sono diretti in autostrada a Porcari dove è stato poi accertato essere residente il fratello di uno di loro. Dopo una breve sosta in quella località, l’auto è tornata a Montecatini dove ha effettuato una serie di movimenti molto sospetti come a verificare di non essere seguiti; a un certo punto in via Marruota hanno prelevato un terzo soggetto, hanno caricato molti bagagli e si sono avviati velocemente verso l’autostrada. Ritenendo che i tre si accingessero a lasciare il territorio provinciale il veicolo veniva bloccato e gli occupanti risultavano essere i tre cittadini albanesi citati nella premessa, tutti provenienti dalla provincia di Milano, i quali all’esito della perquisizione eseguita nei loro confronti venivano trovati in possesso di denaro, vario materiale tecnologico e oggetti preziosi che sono risultati provento di ben quattro furti in abitazione commessi in Valdinievole nei giorni precedenti le cui parti offese sono state identificate e hanno riconosciuto rispettivamente gli oggetti loro asportati. Sulla base degli elementi investigativi raccolti, i tre sono stati sottoposti a Fermo di polizia giudiziria per il reato di ricettazione e associati presso la Casa Circondariale di Prato. Presso l’abitazione di Porcari dove abita il fratello di uno dei fermati, veniva rinvenuta una ingente somma di denaro che è stata sequestrata in quanto verosimilmente riconducibile alla commissione di furti e l’uomo è stato denunciato a piede libero. Il personale della Squadra Mobile continua la propria attività per cercare di ricostruire la commissione di altri furti. L’attività investigativa è stata diretta dal P.M. dottor Giuseppe Grieco della locale Procura della Repubblica.

No comments

*