Rischia il naufragio, intervento decisivo della Guardia Costiera

0

LIVORNO -Tra le ore 21 e le ore 22 di sabato 5 agosto, la Guardia Costiera di Livorno è intervenuta con una motovedetta classe 800 per soccorrere un natante di circa 7 metri, con due persone a bordo, in pericolo di naufragare, a circa 1 miglio dal porto labronico.

La richiesta di aiuto è giunta alla Sala Operativa tramite il numero blu per le  emergenze in mare, 1530.

Il conduttore dell’unità in difficoltà, un fiorentino di cinquant’anni, aveva precedentemente subito un’avaria al motore, al rientro da una navigazione alle Secche della Meloria.

Per questo motivo, la sua imbarcazione si trovava al rimorchio di un mezzo privato quando, a causa di un’onda, ha imbarcato una grossa quantità di acqua da poppa, iniziando ad affondare.

A quel punto, è partita la richiesta di soccorso.

In pochissimo tempo, l’unità navale della Capitaneria di porto ha raggiunto il natante semi affondato, trasbordandovi un militare che, con l’ausilio della pompa barellabile in dotazione alla motovedetta, ha esaurito l’allagamento, consentendo all’imbarcazione di tornare in galleggiamento.

Il convoglio ha quindi ripreso la navigazione, scortato dalla Guardia Costiera, sino all’ormeggio allo Yacht Club.

Si rammenta l’importanza del numero di emergenza gratuito 1530, attivo 24 ore su 24, su tutto il territorio nazionale, per contattare immediatamente -senza filtri- la Capitaneria di porto più vicina, ricevendo pronta assistenza in mare.

No comments

*