Rossi sulla Lucca-Aulla: “Così investiamo sui territori”

0

AULLA – Alla stazione c’erano tutti, senza occhi rossi e cappello in mano, ma con il sorriso sulle labbra. La festa di presentazione dei nuovi treni diesel Swing ha avuto il successo atteso, alla presenza del presidente della Regione, Enrico Rossi, dell’Assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, dell’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano e delle massime autorità locali. “Più puntualità, comodità, informazioni” ovvero la soluzione delle prime tre criticità in ordine di importanza rilevate dagli utenti del servizio ferroviario. E’ questa la promessa che Trenitalia ha fatto con le locandine affisse nelle stazioni, in cui si annuncia l’arrivo dei nuovi treni (sia i Jazz, in servizio soprattutto sulla Pistoia Firenze, sia gli Swing destinati a servire le linee non elettrificate) “dedicati ai pendolari della Toscana”. E per affrontare e risolvere le criticità é fondamentale poter contare su materiali nuovi, comodi, moderni e perfettamente funzionanti. Con gli Swing, composti da tre carrozze per oltre 160 posti a sedere, dotati di una velocità di punta di 130 chilometri orari e di migliori sistemi di comunicazione interna e di video sorveglianza sia all’Interno che all’esterno, i viaggi dei pendolari dovrebbero migliorare sicuramente. I nuovi Swing sono dotati di due postazioni per viaggiatori a mobilità ridotta, di due toilette di cui una per portatori di handicap dotata anche di fasciatoio. Quattro invece i posti dedicati alle biciclette, che possono essere comodamente appese.

“Oggi è una bella giornata di festa e la conferma che la Regione Toscana sta investendo molto per garantire il diritto alla mobilità dei suoi cittadini. Abbiamo infatti acquistato questi nuovi 13 treni Swing che si aggiungono alle 65 carrozze dei Jazz in esercizio sulla Pistoia Firenze e nell’area senese. L’investimento regionale é di 48 milioni per gli Swing e di 56 per i Jazz. A questi vanno aggiunti i 40 milioni che abbiamo destinato all’acquisto dei 300 nuovi autobus che circoleranno in Toscana. Ma altri 1.200 sono quelli previsti dalla gara per il trasporto pubblico locale su gomma. Mi pare questa la migliore dimostrazione che per noi il diritto alla mobilità é una vera priorità”.

L’assessore Ceccarelli – intervenuto all’inaugurazione dei nuovi “Swing” sulla tratta ferroviaria fra Lucca e Aulla – ha ricordato poi che il percorso che ha portato a questa giornata è iniziato un anno fa con una riunione presso la Prefettura di Lucca. É stato stilato un preciso cronoprogramma a cui tutti si sono attenuti. La prima azione é stata quella di una rimodulazione degli orari che ha dato maggiore regolarità alla linea ma l’elemento decisivo era rappresentato dai nuovi treni diesel “che da oggi sono una realtà”.

“La nostra scelta di garantire la mobilità a tutti cittadini qui può essere completata da azioni locali per rendere ancora più appetibili dal punto di vista turistico queste bellissime zone e questa linea. Insomma da oggi anche qui possiamo godere di una musica nuova. Oltre a quella suonata dalle bande che ci hanno accolto abbiamo anche lo Swing offerto da questo straordinario nuovo treno”.

“Così investiamo sui territori: entro l’anno su questa linea viaggeranno solo treni nuovi come questo Swing. E non abbiamo intenzione di fermarci qui. Nel 2016 partiranno i lavori per il raddoppio della Lucca-Pistoia per cui la Regione ha investito 200 milioni di euro chiedendo a Trenitalia di metterne altrettanti”.

È con queste parole che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha presentato ai numerosissimi intervenuti alla cerimonia organizzata a Castelnuovo Garfagnana i nuovissimi treni diesel “Swing” entrati in servizio sulla Lucca Aulla.

“State tranquilli – ha precisato Rossi con un sorriso – non è uno spot. Non solo non porteremo via da qui questo bel treno, ma ce ne aggiungeremo una decina entro la fine dell’anno. Sicuramente a bordo non servirà l’ombrello come purtroppo é successo in passato. Confermo che non abbiamo alcuna intenzione di tagliare le cosiddette linee minori. Anzi è qui che dobbiamo investire di più per permettere agli abitanti e ai giovani di rimanere a viverci”.
Rossi ha aggiunto che con il raddoppio della Lucca Pistoia sarà possibile in due ore raggiungere Firenze partendo in treno da Castelnuovo.

“Vinceremo – ha concluso il presidente – la sfida per rendere il treno competitivo con l’auto anche per quel che riguarda i tempi di percorrenza. Siamo insomma per realizzare una Toscana competitiva che non lascia indietro nessuno”.

Rossi ha infine fatto i complimenti alla polacca Pesa, l’azienda che ha costruito lo Swing, ricordando che questa operazione in cui la Regione ha investito 48 milioni di euro crea lavoro anche in Italia, visto che lo Swing é stato certificato per ciò che riguarda la sicurezza dalla Italcertifer, la società partecipata al 10% dalla Regione.

Alla fine, risalito in treno con le sue braccia che hanno spinto la carrozzina per il viaggio di ritorno, non nasconde la soddisfazione. É Giacomo Perfigli, il giovane presidente della associazione paraplegici, che aveva scritto al presidente della Regione, Enrico Rossi, per lamentarsi dell’inaccessibilità di alcune stazioni per i portatori di handicap e per chiedere una Lucca Aulla a misura di disabile.

Invitato da Rossi al viaggio sullo Swing, é salito a Fivizzano Rometta Soliera per arrivare fino ad Aulla. Dipendente del Comune di Firenze, dal lunedì al venerdì fa il pendolare in treno tra Aulla e il capoluogo regionale. Due ore e un quarto il tempo per il viaggio di andata e altrettanti per il ritorno. In treno, naturalmente.

“Adesso grazie alla pedana mobile dello Swing – commenta Perfigli – il problema della accessibilità al treno é risolto. Anzi, ad Aulla una carrozzina può salire utilizzando la mini passerella automatica. Il problema resta quello dell’accessibilità di tutte le stazioni. A Gragnola per arrivarci c’è da superare una scalinata. Il rischio per noi è quello di scendere dal treno e di essere costretti a rimanere in stazione. Vanno mappate tutte le stazioni per individuare ed eliminare queste criticità”.

E la dirigente regionale del settore trasporti, Angela Dondoli, lo tranquillizza: “la mappatura la farà la Regione, in collaborazione con Trenitalia e Rete ferroviaria italiana. E una migliore accessibilità per i portatori handicap farà parte integrante del nuovo contratto di servizio che tra breve firmeremo con Trenitalia”.

No comments

*