Ruba le offerte nella Basilica di San Piero, scoperto dal parroco viene arrestato

0

PISA – La segnalazione al 113 della Questura di Pisa è arrivata dal parroco della Basilica di San Piero a Grado, per un furto. Sul posto il sacerdote polacco Antoni Pyznar polacco, riferiva agli agenti  che nel rientrare in casa, aveva potuto constatare, osservando le riprese video del sistema di telecamere di sorveglianza installate presso la chiesa, fatte posizionare proprio a seguito dei numerosi casi di furto registrati, la presenza di un uomo che, accovacciato vicino ad una delle cassette delle offerte, stava effettuando delle manovre di prelievo delle monete mediante l’uso di un filo di corda. Tale azione poteva essere osservata distintamente essendo, il sistema video, munito di un effetto zoom che era stato attivato dal sacerdote per visionare meglio la scena.

Lo stesso parroco precisava che l’uomo, descritto con corporatura robusta e vestito con pantaloni di colore marrone e maglia grigia, si era spostato su più cassette delle offerte effettuando analoga manovra su ciascuna di esse, inducendo il sacerdote, che aveva già allertato telefonicamente le forze dell’ordine e che manteneva la comunicazione con l’operatore radio della Centrale Operativa, a portarsi all’interno della chiesa.

Qui si era rivolto all’uomo intimandogli di cessare quel comportamento. L’uomo si era quindi allontanato raggiungendo, seguito dal sacerdote, la fermata dell’autobus ove veniva rintracciato e bloccato dalla Polizia.

Il mariuolo veniva identificato per  Rinaldo Mannarino, calabrese, dei anni 50, con precedenti per reati contro il patrimonio. In particolare a suo carico risultava gravare anche un arresto, del mese di giugno scorso, operato dai Carabinieri di Loreto poiché resosi responsabile, anche in quella occasione,  di furto in luogo sacro.

Sottoposto a perquisizione il Mannarino veniva trovato in possesso, custoditi all’interno di uno zaino, di un portamonete in pelle di colore nero contenente vari ritagli di nastro biadesivo di varie dimensioni, un metro flessibile della lunghezza di metri tre appositamente modificato per il recupero di monete dalle cassette, due pezzi di filo con annesso una scheda di forma quadrata con del biadesivo, nonché un totale di € 70,44 in banconote e monete di vario taglio, materiale che veniva posto sotto sequestro. Ricorrendo quindi i presupposti della flagranza di reato di furto aggravato gli agenti procedevano all’arresto.

Il denaro è stato restituito al parroco della parrocchia di San Piero a Grado.

 

 

No comments

*