Ruba un anello alla dipendente della banca e finisce nei guai

MASSA CARRARA – Si era recato in banca per versare dei soldi e ne è uscito con un anello in oro del valore di diverse migliaia di euro. Un anello prezioso e dal forte valore affettivo, tanto che la proprietaria, un impiegata della banca, non lo voleva rovinare dovendo spostare dei cartelloni pubblicitari e lo aveva tolto lasciandolo sulla scrivania. L’uomo, un 32enne italiano con precedenti, vedendo l’oggetto incustodito lo ha preso, se lo è messo in tasca, ha ultimato le ultime oeprazioni in banca ed è uscito in tutta tranquillità L’impiegata si è accorta della sparizione quando ha finito di sistemare i cartelloni. La donna si è risolta immediatamente ai carabinieri della Stazione di Aulla che hanno dato il via alle indagini. I militari dopo aver analizzato i filmati dell’impianto di videosorveglianza, e ascoltato diverse persone presenti quella mattina in banca, in poco tempo sono risaliti al ladro che aveva già diversi precedenti per furto e reati contro il patrimonio. Scattata immediatamente la perquisizione domiciliare a casa dell’uomo finalizzata a recuperare la refurtiva. I militari hanno controllato da cima a fondo l’abitazione dell’italiano senza purtroppo poter rinvenire nulla. Continuano adesso senza sosta le indagini dei Carabinieri finalizzate ad individuare in quali canali sia finito il prezioso mentre il responsabile è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Dovrà ora rispondere del reato di furto aggravato dalla destrezza con cui ha commesso il fatto.