Ruba un cellulare a un turista, la Polizia recupera la refurtiva

0

Pomeriggio a lieto fine quello di ieri per un turista brasiliano. Lo straniero, in visita con la moglie a Pisa per andare ad ammirare la Torre, aveva lasciato parcheggiata l’autovettura presa a noleggio in Via Piave.
Al rientro dalla piacevole gita, il turista ha constatato che il vetro dell’autovettura da lui noleggiata era andato in frantumi e che, dall’interno dell’abitacolo, era stato asportato il suo smartphone LG.
Tempestivamente lo straniero si è recato in Questura per presentare denuncia di quanto accaduto, non riuscendo a fornire tuttavia alcuna informazione utile l’individuazione di eventuali autori del reato.
Nonostante le informazioni frammentate, la Sala Operativa della Questura ha diramato una nota alle Volanti volta a ricercare sul territorio pregiudicati, noti alle forze dell’ordine come abituali autori, di furti all’interno di autovetture.
Intorno alle ore 15.00 la Volante, mentre era di passaggio in Via del Carmine, nel centro cittadino ha avvistato un gruppetto di cittadini magrebini che era intento ad osservare un cellulare tenuto in mano dal più giovane dei tre. Palesemente infastiditi dall’arrivo della Volante, i tre hanno prima tentato di allontanarsi per poi fare ingresso all’interno della lavanderia presente nella via.
Gli agenti della Squadra Volante, insospettiti dalla manovra, hanno fatto ingresso nel locale e hanno colto il più giovane dei tre soggetti nel tentativo di disfarsi del cellulare che, poco prima, teneva in mano.
A quel punto gli agenti hanno rinvenuto il cellulare, ed hanno scoperto che si trattava proprio della stessa marca e dello stesso modello di quello rubato tre ore prima al malcapitato turista brasiliano.
Il cellulare è stato riconosciuto come proprio dalla vittima, che ha ringraziato la polizia italiana per la rapidità ed efficienza dimostrata, mentre il giovane trovato in possesso del cellulare, un cittadino egiziano ancora minorenne, è stato denunciato alla Procura Minorile di Firenze per il reato di ricettazione.

Ciro Costagliola

No comments

*