Rubano la pensione al vicino, nei guai marito e moglie

0

LUCCA  – La Polizia di Stato ha denunciato marito e moglie per furto in danno di un pensionato vicino di casa.
Verso le 19.30 di ieri un settantenne abitante in zona San Vito si è accorto che la vicina di casa gli aveva sottratto la pensione.
L’anziano signore ha riferito agli agenti della Squadra Volante che poco prima aveva ricevuto la visita di una vicina di casa e, mentre le preparava il caffè, l’aveva colta nell’atto di frugare dietro i cuscini del divano. A quel punto la donna, sorpresa in quell’atteggiamento, con una scusa ha abbandonato repentinamente l’appartamento.
L’uomo insospettitosi ha subito controllato e scoperto che l’ospite gli aveva asportato la pensione (450 euro).
L’anziano ha espresso ai poliziotti rammarico e delusione per quanto accaduto poiché da tempo  aiuta la donna ed il marito con donazioni di soldi e generi alimentari.
Gli agenti insieme al signore hanno bussato alla porta della donna, la quale alla vista della polizia ha ammesso le sue responsabilità, restituendo però solo 300 euro al vicino, riferendo di aver già speso i 150 euro mancanti.
Quanto riferito è apparso inverosimile agli agenti che hanno rivolto l’attenzione verso il marito della donna il quale ha detto subito di dover andare in bagno. Seguito da un poliziotto l’uomo è stato sorpreso nel maldestro tentativo di nascondere i soldi mancanti.
La coppia, entrambi lucchesi di cinquanta anni, sono stati denunciati in stato di libertà per furto.

Ieri mattina verso le ore 09.00, nella frazione di Saltocchio, è stata invece messa a segno una truffa in danno di una coppia di anziani signori, raggirati da un falso dipendente GESAM.
L’uomo ha fatto credere alle povere vittime che nella loro abitazione vi era una fuga di gas contaminante e che era necessario raccogliere gli oggetti di valore in un sacchetto e custodirli nel frigorifero. L’epilogo è sempre lo stesso, 300 euro e i monili in oro sono stati trafugati.
Diffidare e chiamare subito il 113 o 112

No comments

*