“In San Romano in Garfagnana”: per non dimenticare il nostro passato

0

LUCCA (di Chiara Bini) – Un tuffo nel passato per riscoprire parte della nostra cultura. È questo lo scopo di “In San Romano in Garfagnana”, libro fotografico curato da Carlotta Santi, in cui sono stati raccolti oltre 280 scatti che raccontano luoghi, fatti e personaggi della prima metà del Novecento di San Romano in Garfagnana. Proprio qui il volume sarà presentato domenica 4 settembre alle ore 17:00 a Palazzo Pelliccioni, occasione nella quale sarà anche inaugurata un’esposizione delle fotografie contenute nel libro.

Un lavoro minuzioso, che ha richiesto la collaborazione di tutti i cittadini del paese, i quali hanno messo a disposizione preziosi ricordi di famiglia, per consentire il racconto di San Romano, certo, ma che diventa il racconto di ogni piccolo paese che compone il nostro variegato territorio.

L’iniziativa è stata promossa dalla Biblioteca di Sardegna e rientra all’interno del progetto “Fototeca di Toscana”, attraverso il quale andare a scavare nella nostra memoria, per uno studio etnografico e storico del passato, volto alla comprensione del presente e, perché no, del futuro.

La memoria è il nodo cruciale da cui ha preso le mosse l’intero progetto: “Da queste fotografie emergono le famiglie, i legami, gli eventi, i mestieri e le tradizioni di un mondo che fu”, ha spiegato la curatrice Carlotta Santi, “Nel retro di molte fotografie che mi sono state fornite ho trovato spesso una piccola dedica, che recita: “Per essere ricordato”. In queste parole si racchiude lo scopo del presente volume, a testimonianza di una memoria storica che deve continuare a vivere nel ricordo”.

La mostra fotografica che accompagna “In San Romano in Garfagnana” sarà aperta dal 5 al 7 settembre prossimo, dalle ore 09:00 alle ore 12:00, presso Palazzo Pelliccioni. Ingresso gratuito.

No comments

*