Satira e Politica: sbarca in Consiglio Comunale il progetto “Humor Lucca”

0

LUCCA – L’arte della satira entra a far parte del Consiglio Comunale di Lucca grazie ad un progetto a cura del presidente del Consiglio Matteo Garzella. L’iniziativa nasce dalla collaborazione con “Humor Lucca”, il percorso formativo diretto da Alessandro Sesti sotto il coordinamento didattico di Walter Rinaldi realizzato con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Saranno gli allievi del corso i veri protagonisti del progetto “Comunicare l’attività del Consiglio Comunale attraverso la satira” e saranno loro, guidati dal direttore Sesti,  a mettere mano in prima persona a carta, penna e colori per raccontare, in forma satirica, l’attività dell’assemblea consiliare.

L’iniziativa rientra all’interno del progetto più ampio “Ti do un consiglio” a cura della presidenza del Consiglio Comunale e punta a migliorare la comunicazione del Consiglio stesso attraverso lo strumento della satira per raccontare, anche attraverso questa forma d’arte, il lavoro che viene svolto in questa sede istituzionale. Un intervento quindi che punta a diffondere quanto accade all’interno dell’aula di Palazzo Santini utilizzando un linguaggio espressivo vivace e accattivante.

Per concretizzare il progetto era necessario un supporto specializzato che assicurasse il raggiungimento degli obiettivi. Per questo è stato scelto l’Istituto Superiore Artistico “A.Passaglia” che ha di recente organizzato il percorso di formazione “Humor Lucca” incentrato sul valore della sintesi nella comunicazione satirica scritta e disegnata e che vede tra i docenti vignettisti, esperti di linguistica, scrittori, autori e giornalisti.

All’interno del programma didattico sono state quindi inserite le visite a Palazzo Santini per dare ai partecipanti la possibilità di assistere al Consiglio Comunale da cui trarre spunti creativi. Ciò aiuterà i giovani artisti ad individuare nuove modalità efficaci per raccontare alla cittadinanza l’attività del Consiglio con l’obiettivo, inoltre, di promuovere la partecipazione stessa.  E’ prevista inoltre la realizzazione di circa 50 vignette che avranno come soggetto persone e situazioni relative ai lavori del Consiglio che l’Ente potrà poi utilizzare per eventuali successive pubblicazioni.

No comments

*