Sciame sismico senza tregua: gente in strada e paura

0

FIRENZE – Ancora scosse di terremoto sulle colline del Chianti. Lo sciame non da tregua. La più forte è stata registrata con magnitudo 3.5 alle 5:07, con ipocentro a 9,3 km di profondità ed epicentro in prossimità di Barberino Val d’Elsa, Greve, Impruneta, San Casciano e Tavarnelle Val di Pesa. La terra trema da ieri ( leggi anche:La terra trema, le forti scosse nel Chianti avvertite anche in Versilia) e dakla mezzanotte a le 6 di stamani sono state registrate anche altre tre scosse di magnitudo 3 e una di 3.1. E da ieri sono circa una trentina.  Molti i residenti che per paura hanno lasciato le loro abitazioni, per trascorrere la notte fuori, in auto, camper o tenda. Il Comune di Greve ha allestito una tensostruttura capace di accogliere oltre 150 persone. Scosse forti, e ripetute, avvertite anche in lucchesia e in Versilia da chi abita ai piani alti, e che anche se non hanno provocato danni a persone e cose, fanno paura. L’epicentro è stato localizzato a Campoli, nella pieve dei Papi, la chiesa, nel Chianti, è stata letteralmente assediata dalle scosse telluriche.  A Firenze, questa mattina, a scopo precauzionale sono stati fatti evacuare due licei, il Michelangelo e il Castelnuovo. Tranquilla, invece, la situazione nei musei fiorentini dopo le ore di apprensione di ieri. Proprio oggi, tra l’altro, il ministro dei beni culturali Enrico Franceschini ha annunciato la disponibilità di 200mila euro per la realizzazione della pedana antisismica per il David di Michelangelo: “Il terremoto di ieri, fortunatamente senza danni al patrimonio culturale dello Stato, rende ancora più urgente realizzare questo progetto”.  A seguito delle scosse sismiche 7 pattuglie, per complessivi 13 elementi, sono state impegnate sul territorio delle due province di Firenze e Siena. Più in particolare, in provincia di Firenze i Comandi Stazione di Tavarnelle in Val di Pesa e San Casciano, in raccordo con le locali autorità di protezione civile e con le polizie municipali, hanno svolto di iniziativa attività di monitoraggio e verifica del territorio, allo scopo di evidenziare la presenza di eventuali danni agli edifici o altre infrastrutture. Il Comando Stazione CFS di Greve in Chianti, che aveva in servizio in sede un solo elemento, si è immediatamente messo a disposizione del Sindaco e della Polizia Municipale. Le informazioni raccolte sono state trasmesse alla Prefettura di Firenze insieme all’entità della forza presente sul territorio. Nessun reparto ha riscontrato danni al patrimonio abitativo e infrastrutturale conseguenti al sisma. In provincia di Siena, su indicazioni del Comandante Provinciale,  sono state attivate le pattuglie dei Comandi di Stazione di Colle Val D’Elsa, San Gimignano, Rapolano Terme e Radda in Chianti al fine di monitorare il territorio della rispettiva giurisdizione, con particolare attenzione per le Scuole, le Case di Cura, l’Ospedale di Campo Staggia a Poggibonsi. Non sono risultati danni a persone o cose.

No comments

*