Scoperti a forzare la porta di un’abitazione: 16 anni lei e 8 lui

0

FIRENZE – Lui faceva da “palo” mentre lei tentava di scassinare la porta di un appartamento in via Montanelli.

Protagonisti della vicenda non sono però due “professionisti del crimine”, ma una ragazza serba di 16 anni e un bambino, sempre di origine straniera, di appena 8 anni: la polizia li ha fermati ieri intorno alle 11.00 del mattino.

A dare l’allarme al 113 è stato un vicino dell’abitazione presa di mira dall’insolita coppia, che incuriosito dai rumori provenienti dalle scale del palazzo, si è affacciato allo spioncino scoprendo la scena.

Quando gli agenti delle volanti sono entrati nello stabile i due minori hanno tentato di fuggire ma sono stati bloccati al primo piano.

La 16enne ha subito consegnato due grossi cacciaviti che nascondeva sotto il maglione, ma è nella borsa che aveva un vero e proprio arsenale di rudimentali strumenti da scasso: spadini, carte rigide e lastre di plastica (oggetti notoriamente utilizzati per aprire le porte senza le mandate).

Proprio sulla porta di un’abitazione sono stati infatti trovati evidenti segni di scasso compatibili con quanto sequestrato alla giovane. Entrambi sono stati riconosciuti dal testimone.

Il bambino, naturalmente non imputabile, è stato affidato ad un centro sicuro in attesa di rintracciare i familiari; mentre la giovane minore (con già alle spalle qualche specifico precedenti di polizia) è stata accompagnata in via Orti Oricellari e dovrà naturalmente rispondere del reato di tentato furto aggravato in concorso.

No comments

*