Scosse sismiche sulle Apuane, continua la sequenza

0

MASSA – Nuovi movimenti sismici strumentali. Dopo 16 giorni con appena 2 scosse fino a ML = 1.0 e cinque giorni di tregua, negli ultimi tre giorni movimenti fra ML = 1.1 e 1.3. Ecco dove e quando

10799367_10203077942288971_1029681696_n

La sequenza sismica nel distretto Alpi Apuane, che ha fatto registrare la forte scossa del 21 giugno 2013, ad oggi la più forte in Italia da oltre 16 mesi e mezzo, ha avuto una ripresa nel mese di settembre quando sono tornati movimenti con magnitudo locale (ML) anche superiore a 3.0, dunque ben avvertiti dalla popolazione. Dal 22 ottobre scorso il fenomeno sembrava attenuarsi e fino a venerdì c’erano state soltanto due scosse con magnitudo inferiore o uguale a 1.0. Fra le 20 di venerdì sera e le due della notte appena trascorsa si sono invece registrati 5 movimenti con magnitudo fino a 1.3. Da ricordare che un aumento di magnitudo di 0.2 corrisponde circa al doppio all’energia del terremoto. Dunque il terremoto più forte di quest’ultimo “grappolo” (Ml=1.3), per quando di natura strumentale, è stato circa il doppio dell’ultimo in ordine di tempo (Ml= 1.1). Inutile ripetere che i terremoti non sono prevedibili e dunque anche quest’ultimo “grappolo” non può dirci niente di più in termini di previsione. Un fenomeno sicuramente da seguire come stano facendo all’istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia ormai dal giugno 2013, in particolare con il professor Carlo Meletti della sede INGV di Pisa.

No comments

*