Senza laurea, certificava i proventi come affittacamere: denunciato falso medico

0

LIVORNO – Oltre ad essere sprovvisto della necessaria laurea in medicina, certificava i proventi utilizzando la partita iva di una società di affittacamere cessata da alcuni anni.
E’ quanto emerso a seguito di un controllo fiscale condotto dalle fiamme gialle di Piombino nei confronti di un “sedicente medico” che nelle ultime tre stagioni turistiche ha abusivamente esercitato la professione sanitaria all’interno di una delle più grandi strutture turistico ricettive di San Vincenzo.
L’uomo, iscritto all’anagrafe degli italiani residenti all’estero in quanto da anni trasferitosi nel continente africano, tornava nel comune toscano nel periodo estivo e nelle ultime tre stagioni ha esercitato la professione medica in collaborazione con la Croce Rossa Italiana di S. Vincenzo.
All’atto del controllo costui ha dichiarato ai finanzieri di essere in possesso di due lauree, una in medicina e l’altra in farmacia, entrambe conseguite presso l’Università di Pisa, ma di non esser in grado di esibire i relativi titoli in quanto conservati all’estero. Dagli immediati riscontri effettuati presso il predetto ateneo, veniva accertato che l’uomo era laureato in biologia ed in farmacia, ma non in medicina.
Il presunto medico, che ha dovuto interrompere immediatamente l’attività esercitata, è stato denunciato per “abusivo esercizio di una professione” per la quale sia richiesta una speciale abilitazione dello Stato.
La conseguente verifica fiscale ha permesso di ricostruire in oltre 32.000 euro l’ammontare dei compensi percepiti dal falso medico che non erano stati dichiarati al fisco.
L’operazione di servizio in argomento si inserisce tra le molteplici attività che la Guardia di Finanza effettua per contrastare l’evasione fiscale, ovvero in difesa dell’iniziativa economica privata, dei cittadini e degli imprenditori onesti.

No comments

*