Sequestro di persona, rapina e lesioni: sei denunciati

0

LUCCA – La Squadra Mobile di Lucca diretta dal vice questore aggiunto Virgilio Russo ha denunciato sei cittadini del Marocco, residenti tra Porcari ed Altopascio, per reati che vanno dal sequestro di persona alla rapina alle lesioni personali. Tutto ha inizio alcune settimane fa, quando un giovane marocchino 30enne, operaio residente a S. Vito, mentre sta effettuando alcuni lavori di edilizia con un connazionale viene caricato a forza su una autovettura da parte di 6 connazionali, giunti in loco con 2 auto, e portato in un casolare in padule a Porcari. Qui viene picchiato e successivamente liberato. Pattuglie della Squadra Mobile, allertate dalla sala operativa della Questura cui era giunta, sul 113, una segnalazione da parte del connazionale che aveva assistito al rapimento, si mettono alla ricerca dei fuggitivi, ma nell’ immediato pur avendo battuto l’ intera piana di Lucca non riescono a trovare i responsabili. Dopo circa mezz’ ora riescono a parlare al telefono con la vittima , nel frattempo liberata, che viene invitato a raggiungere la Questura dove, dopo essere stato medicato per le botte avute, con  una prognosi di una settimana, denuncia il misfatto. Ovvero che questi marocchini, tra loro imparentati, lo accusano di aver sottratto 500 euro ad uno di loro con il quale in precedenza conviveva; racconta inoltre che, dopo averlo picchiato, lo rapinano di 80 euro e lo lasciano a piedi, con la minaccia di picchiarlo ancora se non avesse saldato per intero il debito. Ovviamente la vittima, pur ammettendo la pregressa convivenza con il connazionale, ha negato con forza il furto attribuitogli. Al termine degli accertamenti la Squadra Mobile ha denunciato i  sei marocchini, alcuni dei quali con precedenti, tutti residenti tra Capannori e Porcari, effettuando anche alcune perquisizioni  domiciliari con esito negativo. Da sottolineare che, non soddisfatti, nei giorni successivi due dei sei denunciati hanno anche minacciato di morte la vittima e la sua ragazza, una italiana residente a S. Vito, tempestandoli di telefonate ed accusandolo di aver fatto la spia alla Polizia. Questa ulteriore bravata è costata  ai due maghrebini una ulteriore denuncia, da parte della Squadra Mobile, per minacce gravi.

No comments

*

Maxi evasione, denunciate 8 persone

MASSA CARRARA – I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Massa Carrara, nell’ambito di una più vasta attività a tutela della legalità ...