Sfratti a Campi Bisenzio, Mugnai interroga la Giunta

0

FIRENZE – Sessanta appartamenti in odor di sfratto a Campi Bisenzio: è la preoccupazione espressa dal Capogruppo di Forza Italia Stefano Mugnai in un’interrogazione alla giunta regionale. L’atto prende spunto dallo «sfratto con forza pubblica, successivamente sospeso, avvenuto tra ottobre e novembre scorsi presso l’appartamento di via Pistoiese 91L». E se giusto ieri sera a Villa Rucellai il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Campi Bisenzio Paolo Gandola ha incontrato una delegazione degli inquilini plausibilmente coinvolti nella vicenda, stamani Mugnai chiede alla Regione se, anche in forza delle recenti modifiche approvate alle normative di edilizia residenziale pubblica e sulle politiche abitative, l’organo di governo regionale «possa mettere in campo misure per questi cittadini alla luce delle recenti norme regionali in tema di politiche abitative e di edilizia residenziale pubblica e dei progetti sulla rigenerazione delle aree urbane».

Ma ecco nel dettaglio i contorni della questione così come riassunti da Mugnai nel suo atto: «Apprendiamo dello sfratto con forza pubblica e poi successivamente sospeso avvenuto tra ottobre e novembre scorsi presso l’appartamento di via Pistoiese 91L a Campi Bisenzio. I circa 60 appartamenti ubicati in due diversi condomini di via Pistoiese sono di proprietà del Fondo di previdenza dei lavoratori della Cassa di Risparmio di Firenze. Il suddetto Istituto ha già manifestato la volontà di vendere tutti gli appartamenti di sua proprietà ma che non tutti gli affittuari sarebbero nelle condizioni economiche di acquistarli, stante il diritto di prelazione di questi ultimi. Si è costituito un comitato di cittadini su tale problematica. Ad oggi tutti gli attuali inquilini sono buoni pagatori e non hanno mai ritardato alcun pagamento, sebbene ciò il Fondo di previdenza stia andando avanti con le procedure di sfratto». Il quesito in cui si chiedono misure di tutela non è il solo su cui Mugnai richiama la Regione, dato che nell’interrogazione chiede anche «quanti siano gli inquilini interessati dalle procedure di sfratto dai suddetti appartamenti» e «se l’amministrazione Comunale abbia intrapreso alcune azioni in loro tutela».

Per parte sua Gandola, che già nel consiglio comunale campigiano del 30 novembre scorso aveva presentato a sua volta un’interrogazione in merito all’assessore al sociale, commenta: «Certo, il problema non si presenta di facile risoluzione: il fondo di previdenza ha presentato a tutti gli affittuari la richiesta di acquistare con prelazione l’immobile ma la quasi totalità dei nuclei familiari non dispone delle risorse economiche necessarie. Per altro il  prezzo dell’immobile, così come indicato nelle lettere inviate nelle settimane scorse agli inquilini, ci risulta francamente superiore al valore di mercato attuale».

No comments

*