Sfreccia come un razzo sull’Aurelia: la Polstrada lo blocca a 228 Km/h

GROSSETO – La Polizia Stradale di Grosseto ha ritirato la patente a un uomo di 50 anni, originario della provincia di Roma, che stava sfrecciando al volante della sua Mercedes a 228 km/h. E’ accaduto ieri pomeriggio, vicino Magliano, lungo un rettilineo che lui stava percorrendo per rincasare. La strada era libera e l’uomo, convinto di farla franca, senza pensarci su ha pigiato a tavoletta sull’acceleratore e raggiunto in poco tempo quella folle velocità, nonostante il limite dei 90.

Forse pensava di essere alla guida di una monoposto sul circuito di Monza, ma non ha fatto i conti con una pattuglia del Distaccamento di Orbetello, che si era piazzata alla fine di quel rettilineo con il telelaser. Poiché è un tratto ad alto rischio, con il guard-rail che si interrompe in più punti e la perenne tentazione di dare gas, gli agenti non erano lì per caso e stavano attuando il dispositivo a reticolo. E’ un piano che ogni giorno impegna gli equipaggi della Polstrada in Toscana alla ricerca sia di automobilisti poco virtuosi che di delinquenti.

I poliziotti si sono stropicciati gli occhi quando hanno visto che il display dell’apparecchio segnava 228 di velocità. Quel bolide, che a una distanza di circa 700 metri sembrava solo un minuscolo puntino, ci ha messo una manciata di secondi per diventare enorme e giungere dove si era piazzata la pattuglia. Pur se l’auto era un 3.500 di cilindrata e stava percorrendo oltre 63 metri al secondo, la Polstrada non se l’è fatta scappare. Per il conducente, che invano si è giustificato adducendo un malessere, non c’è stato scampo, tant’è che è stato multato per quasi 1.000 euro, con la patente ritirata e sospesa per almeno 6 mesi.

Negli ultimi giorni la Polstrada di Grosseto con il telelaser ha contestato 53 infrazioni al codice delle strada, ritirando 34 patenti e defalcando quasi 300 punti.