“Sindaco, c’è un tipo strano che chiede soldi e parla di Maometto”, trovato, messo sul treno e mandato via

0

MONTECARLO – “Vorrei personalmente ringraziare i cittadini di San Salvatore, popolosa località del comune di Montecarlo, per avermi avvisato questa mattina, ciascuno a suo modo da messanger alla telefonata, della presenza di una persona mai vista prima atta a chiedere con insistenza soldi e molestare gli utenti del locale ufficio postale e dei vicini esercizi pubblici” . Lo scrive, su Facebook, il sindaco Vittorio Fantozzi che questa mattina ha ricevuto la segnalazione di un soggetto “strano” che chiedeva soldi e parlava di Maometto. “Grazie alle segnalazioni dei cittadini che ci hanno permesso di intervenire immediatamente, la polizia municipale di Montecarlo ha potuto rintracciare il personaggio che si svelerà essere un cittadino tunisino con residenza in Emilia Romagna, prenderne le generalità – che inoltreremo alla locale stazione dell’Arma dei Carabinieri – per poi accompagnarlo gentilmente alla stazione ferroviaria indicandogli il primo treno utile da prendere, su sua richiesta in direzione Firenze – spiega Fantozzi: “Il cittadino è protagonista ancora una volta della vita civica e l’amministrazione pubblica assieme alle forze dell’ordine tornano al loro compito di servizio, alla loro essenza di mezzi attraverso i quali garantire l’ordine e la sicurezza. Possiamo farlo ancora meglio per questo vi invito a fare lo sforzo, cambiando è vero un poco le nostre abitudini, a segnalare al Comune, alla Polizia Municipale o all’Arma dei Carabinieri ciò che non quadra nella vita quotidiana della nostra comunità per prevenire fenomeni criminosi come i furti in abitazione che sappiamo, in molti casi, essere messi a segno dopo lungo studio dei nostri orari e spostamenti. Sulla questione legata a discorsi di natura religiosa ascoltati fare dal malcapitato di questa mattina ho poco da esprimermi, ma se qualcuno crede di spaventare i miei concittadini, più o meno anziani, sull’onda di ciò che accade attorno a noi nel mondo, sappia che c’è qualcun altro che sempre religiosamente non è della confessione del “porgere l’altra guancia”

No comments