Da soccorsi a soccorritori: storie di ordinaria accoglienza in Garfagnana

0

GARFAGNANA – Yetunde e Julle, due richiedenti asilo beneficiari del progetto SPRAR del comune di Fabbriche di Vergemoli, gestito dalla Cooperativa Odissea, hanno sostenuto e superato l’esame da soccorritore presso la Croce Verde di Ghivizzano dopo aver frequentato il corso di circa un mese. Da Luglio 2017 hanno iniziato a prestare i loro servizio volontario, i due sono felicissimi di poter rendere volontariamente il soccorso e l’aiuto che è stato prestato loro dallo sbarco fino all’ accoglienza nel progetto sprar. “Siamo molto orgogliosi dell’impegno e la serietà dimostrata dagli ospiti nell’ affrontare questo non facile corso di formazione” incalza Giulia Santerini coordinatrice del progetto.

Yetunde è una signora di origini Nigeriane, nel suo paese faceva la sarta ed è arrivata in Italia con il marito da circa un anno. E’ ora ospite di una struttura per famiglie dove vive con il marito ed un’altra coppia. Yetunde sogna di lavorare come sarta ed ha già iniziato a produrre ed aggiustare i suoi vestiti ed i vestiti degli altri beneficiari.

Julle è un uomo originario della Costa d’Avorio, è arrivato in Italia da circa un anno con la moglie. Julle è un autodidatta esperto conoscitore di storia e politica africana e il primo libro in italiano preso presso la Biblioteca di Gallicano è stato “La Costituzione Italiana”. Julle sogna di seguire la politica italiana e di avere una vita dignitosa con la moglie e i figli nel nostro paese.

“Sono molto orgoglioso di questi ospiti, faccio i miei complimenti a loro ed alla cooperativa Odissea per il brillante lavoro svolto nel nostro comune – sottolinea il Sindaco Michele Giannini – puntiamo a riqualificare la nostra accoglienza occupando gli ospiti in servizi utili alle comunità che li ospitano”

Yetunde e Julle seguono regolarmente, ed insieme agli altri beneficiari del progetto, corsi di Italiano e attività di integrazione come laboratori di formazione turistica, informative sulla costituzione italiana e molto altro. Inizieranno a breve corsi di Scuola Guida e Terza Media. Tutte le attività ed i servizi messi loro a disposizione sono propedeutici all’inserimento sociale, linguistico ed economico. Arrivare a superare un esame da soccorritore e prestare servizio volontario insieme e per italiani è, per loro e per il progetto, il raggiungimento di un primo obbiettivo importante.

No comments

*