Spacciano su binari, uno viene fermato e minaccia un militare con un coltello

0

MIGLIARINO PISANO – In uno dei posti conosciuti come postazioni fisse per lo spaccio di sostanze stupefacenti, degli operai intenti a sistemare la pineta avevano segnalato la presenza di tre spacciatori.
Personale in borghese del Nucleo Operativo, dopo aver riscontrato l’effettiva presenza di tre nordafricani nei pressi dei binari ferroviari che corrono a fianco dell’Aurelia, hanno aggirato l’obiettivo alle spalle e hanno chiamato in ausilio i colleghi in servizio sulle “gazzelle” .
Alla vista dei militari in uniforme, i tre si sono immediatamente dati alla fuga, due in direzione sud, verso Pisa, ed uno in direzione Viareggio.
I militari in borghese, nascosti lungo una delle vie di fuga, hanno intercettato due dei fuggitivi, riuscendo a bloccarne uno mentre l’altro si è gettato tra la folta vegetazione ed in poco tempo ha fatto perdere le proprie tracce.
Il nordafricano fermato, vistosi ormai braccato anche dai colleghi in uniforme, ha ingaggiato una colluttazione con tre militari e ha estratto un coltello tentando di colpirne uno.
Bloccato con non poco sforzo dai colleghi è stato ammanettato e tratto in arresto per resistenza e minaccia aggravate, nonché denunciato per porto abusivo di coltello.
Per l’uomo, rivelatosi un marocchino pregiudicato, in Italia senza fissa dimora, il Pubblico Ministero ha disposto la custodia in cella di sicurezza in attesa del rito direttissimo.
Nessuno dei militari ha per fortuna riportato lesioni.
Un episodio che giunge a poca distanza dall’altra operazione condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nella quale erano stati tratti in arresto altri quattro marocchini e che conferma ancora una volta la costante presenza di spacciatori all’interno della pineta di Migliarino, ormai diventato un punto cruciale per la distribuzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

No comments

*