Spaccio, due in carcere

0

FIRENZE – Nella giornata di ieri, su disposizione del GIP, dottor Alessandro Moneti, che ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero, dott. Andrea Cusani, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 2 uomini tunisini di 23 e 28 anni, al momento ritenuti responsabili in concorso di detenzione a fini di spaccio e spaccio di sostanza stupefacente di tipo cocaina ed hashish, di lesioni personali a danni di loro connazionale e di minacce aggravate nei confronti di un soccorritore dell’aggredito, di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco e da taglio, nonché di ricettazione in concorso di diversi ciclomotori. Uno dei due, inoltre, è al momento ritenuto parimenti responsabile di resistenza a pubblico ufficiale in occasione di un controllo in esito al quale venivano rinvenute indosso al soggetto quattro dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina pronte alla cessione.

Le indagini, condotte dalla Sezione Criminalità Diffusa – diretta dalla dott.ssa Maria Assunta Ghizzoni – della Squadra Mobile della Questura di Firenze, hanno permesso di identificare i soggetti e ricostruire i fatti, che sarebbero avvenuti nel novembre scorso, grazie ad attente attività di osservazione e pedinamento ed all’ascolto di testimoni. Ne è emerso che i due erano stabilmente dediti allo spaccio in strada, utilizzando mezzi rubati dei quali entravano in possesso con estrema facilità – la stessa che dimostravano nell’abbandonarli per reperirne sempre di nuovi, evidentemente al fine di eludere qualsivoglia attività d’indagine – con una capacità di reperire sostanza stupefacente significativa e collaudata.

Uno degli odierni arrestati è stato rintracciato a Firenze, l’altro in provincia di Ragusa, su segnalazione della Squadra mobile fiorentina.

 

No comments

*