Spaccio e prostituzione alla stazione di Pontedera – Casciana Terme

0

PONTEDERA (di Edoardo Altamura)  – Le stazioni ferroviarie, da sempre luoghi amati dagli artisti perché emblemi del movimento, da diversi anni stanno subendo un’involuzione terrificante. Sporcizia, degrado, squallore sono solo alcune delle caratteristiche che appaiono lampanti negli occhi dei viaggiatori transitanti nella stazione ferroviaria di Pontedera Casciana Terme e nella zona circostante. È sufficiente passarci anche in macchina nel tardo pomeriggio per notare che la maggior parte dei residenti del quartiere è di origine extracomunitaria; gli abitanti italiani sono sempre in più in netta minoranza.

Chi frequenta la stazione però afferma che molti degli immigrati che è possibile vedere la sera sono quelli per bene, grandi lavoratori che faticano in Italia per cercare di donare alle proprie famiglie, restate nel Paese di origine, un futuro migliore spedendo la maggior parte dei soldi guadagnati in Italia. Il problema sono quegli immigrati che girovagano tutto il giorno, un po’ nei giardini poco lontani da piazza della stazione, un po’ vicino agli ormai dismessi edifici della ferrovia ed un po’ sulle panchine; questi individui, all’apparenza nullafacenti, hanno sempre in tasca una considerevole quantità di denaro, probabilmente proveniente dall’attiva di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei primi giorni di marzo scorso, infatti, è stato arrestato in piazza della stazione un marocchino considerato il boss dell’hashish.

Non manca peraltro nemmeno il commercio sessuale: alla fermata pontederese del treno, per esempio, sono presenti molte giovani prostitute, che al passaggio delle volanti delle forze dell’ordine si dileguano alla stessa velocità dei piccioni al transito delle automobili e alla medesima velocità entrambi ritornano nel posto di prima; l’offerta sessuale pontederese si avvicina anche al centro città, in Via della Repubblica, dove cambia la nazionalità delle ragazze ma non l’intento con cui si mostrano.

Probabilmente la zona della stazione è solo la punta dell’iceberg di una situazione che in realtà è molto più estesa e forse è solo la somma di diversi fattori ad aver portato la popolazione a ritenere che il degrado cittadino sia limitato a quella determinata area di Pontedera; ma ciò non toglie il timore di una parte degli abitanti di tutto il Comune a passare per quella zona da soli di notte.

No comments

*