Stop alla balneazione in Versilia: “La Regione si è impegnata, il gestore faccia interventi programmati”

0

FIRENZE – Divieto di balneazione tra Viareggio e Lido di Camaiore a causa della presenza di colibatteri superiori ai limiti di legge. Un problema che doveva essere risolto già da tempo, con interventi che dovevano essere già realizzati a cura del gestore del servizio idrico integrato.

La Regione, pur non avendo competenze dirette sul sistema idrico integrato, si è impegnata comunque a fondo per dare una mano ai soggetti interessati a risolverlo. Dal 2012 ad oggi sia l’assessore regionale all’ambiente Annarita Bramerini, sia lo stesso presidente Rossi, hanno accentuato ulteriormente l’impegno, con riunioni su riunioni, tenute insieme agli enti interessati a seguito delle quali la Regione ha finanziato una serie di interventi per opere già ricomprese nel piano di ambito.

In totale l’accordo di programma per la balneazione in Versilia, che ricomprende anche le opere degli accordi precedenti (Camaiore e Massaciuccoli) prevede adesso un complesso di interventi relativi a fognatura e depurazione per circa 43 milioni di euro, con un contributo complessivo della Regione di 5,1 milioni di euro.

“Se alcuni lavori sono stati realizzati – ricorda l’assessore all’ambiente della Toscana, Anna Rita Bramerini – altri dovevano essere stati fatti e non lo sono ancora. Come Regione siamo intervenuti perchè Gaia possa più facilmente accedere al credito, stanziando a luglio circa 4 milioni di euro come garanzia. Nella prima giunta di settembre inoltre – annuncia Bramerini – porteremo in approvazione il nuovo accordo di programma che mette in fila cinquanta diversi interventi riunendo in un solo strumento programmatorio anche quanto era stato già previsto dai vecchi accordi. Inoltre è’ già stata fatta la variazione di bilancio per coprire con altri 2 ml di euro l’impianto sperimentale di ionizzazione per l’abbattimento della carica batterica sul fosso dell’Abate, fonte principale dell’inquinamento da colibatteri registrato ieri, e sui fossi di Fiumetto e Motrone. Un impianto che la Regione si è impegnata a finanziare nel maggio scorso in attesa degli altri interventi strutturali.”

Ed ecco le informazioni di dettaglio sui finanziamenti per la depurazione in Versilia tramite i diversi accordi di programma succedutisi nel tempo che saranno ora ricompresi in un unico strumento, ossia l’accordo di programma per la balneazione, che prevede un complesso di interventi relativi a fognatura e depurazione per circa 43 milioni di euro.

Di questi 38 milioni sono già finanziati attraverso la tarriffa del sistema idrico integrato, il contributo del Ministero dell’Ambiente, in attuazione di accordi di programma già vigenti, il contributo della Regione Toscana per circa 5,1 milioni di euro, dei quali sono già stati resi disponibili 3,3 milioni (in attuazione della LR 28/2010) mentre i restanti 1,8 milioni, destinati all’impianto di ionizzazione (indicato nell’accordo come impianto di abbattimento della carica batterica), saranno disponibili alla firma dell’accordo di programma.

No comments

*