Stragi di mafia, ergastolo confermato a D’Amato

0

FIRENZE – Ergastolo confermato. Lo ha stabilito la II sezione della Corte d’Assise d’Appello di Firenze che ha confermato la precedente condanna di primo grado per Cosimo D’Amato, il pescatore della provincia Palermo che fornì il tritolo per le stragi mafiose del 1993 a Roma, Firenze e Milano estraendolo da residuati bellici in fondo al mare. Tra 90 giorni le motivazioni. D’Amato, 69 anni, era stato condannato dal gup di Firenze il 23 maggio dello scorso anno,  con rito abbreviato. ” E’ estraneo alle stragi”, aveva ribadito la sua difesa, “non consapevole dell’utilizzo del tritolo che aveva recuperato, per la pesca di frodo”

Il pescatore siciliano fu arrestato dal centro operativo della Dia di Firenze nel novembre 2012, a fine indagine, coordinata dalla Dda di Firenze sulla base di dichiarazioni del pentito di mafia Gaspare Spatuzza, secondo il quale l’esplosivo era stato consegnato al clan Brancaccio per le stragi.  L’inchiesta fiorentina, all’indomani della strage dei Georgofili, stabilì che D’Amato aveva estratto il tritolo dai residuati bellici,  circa una tonnellata nel biennio 1992-1994.

No comments

*