Tafferugli durante lo sciopero, in 21 si beccano la denuncia

0

PISA – A seguito degli episodi di violenza verificatisi lo scorso 14 novembre davanti al palazzo della Provincia di Pisa e all’aeroporto Galilei, sono state avviate delle attività di indagine dalla Polizia di Stato che hanno portato alla completa identificazione di ventuno manifestanti, i quali saranno chiamati a rispondere dei reati di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale , oltraggio a Pubblico Ufficiale , invasione di terreni od edifici, accensioni pericolose e manifestazione non preavvisata.

In particolare, gli uomini della Questura di Pisa hanno già provveduto ad identificare 11  manifestanti , tra cui sette minori degli anni diciotto, per gli incidenti verificatisi davanti alla Provincia in occasione del corteo studentesco non preavvisato organizzato dal movimento studentesco Casp e da quello antagonista Newroz; ed altri 10 manifestanti per la violenta irruzione all’interno dell’aeroporto ad opera di elementi appartenenti ad un centro sociale ed alcuni operai di ditte che gestiscono servizi aeroportuali in subappalto.

Questo l’epilogo di una giornata che ha visto la città di Pisa al centro di numerose manifestazioni studentesche e sindacali, la maggior parte delle  quali si sono svolte senza alcun tipo di problema di ordine pubblico e con sentita partecipazione, laddove le due iniziative sopra richiamate, fin da subito hanno evidenziato connotazioni e finalità violente che hanno portato al ferimento di tre agenti  della Polizia di Stato e all’occupazione di un manufatto di proprietà della Società Aeroportuale.

 

No comments

*