Tagli abusivi alle sorgenti dell’Arno, interviene il Corpo Forestale dello Stato

0

TOSCANA – Il Corpo Forestale dello Stato è intervenuto su una serie di interventi di taglio boschivi senza autorizzazioni eseguiti da privati all’interno della proprietà ISMEA, alle pendici del Monte Falterona, vicino alle sorgenti dell’Arno ed al’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e del Sito di Interesse Comunitario “Foreste Alto Bacino dell’Arno”.

Allo stato attuale gli interventi di taglio hanno interessato numerose piante di alto fusto di abete bianco, in una zona ad alta valenza ambientale. Gli accertamenti oltre a evidenziare l’entità del prelievo piante, sono indirizzati a determinare i vari profili di responsabilità, anche per quanto riguarda gli eventuali aspetti fiscali, tramite l’interessamento della Guardia di Finanza.

L’ufficio CTA CFS della Sorveglianza del Parco Nazionale, precisa che nelle Aree Protette gli interventi di taglio sono possibili, ma solo dopo una valutazione preventiva che ne certifichi la compatibilità con l’ecosistema, in questo consiste il nulla osta che le aree protette rilasciano all’atto di interventi, come quelli di taglio.
Nel caso specifico sembra che tale procedura sia stata aggirata mascherando il prelievo di piante vive con gli ordinari recuperi di piante morte.

No comments