Tassa sui permessi di soggiorno, partono le richieste di risarcimento degli immigrati

0

LUCCA – CGIL e INCA ottengono dalla Corte di Giustizia Europea una importante sentenza contro la discriminazione nei confronti degli stranieri. L’organo di giustizia europeo ha definito il contributo aggiuntivo da 80 a 200 euro, che dal 2012 è richiesto in Italia per il rilascio e rinnovo dei Permessi di Soggiorno, sproporzionato e di ostacolo alle finalità di integrazione e accesso ai diritti da parte dei cittadini stranieri previste dalle norme europee. “Il ricorso di INCA e CGIL contro il decreto 304/2011 che nel 2012 ha dato inizio alla odiosa “tassa sullo straniero” ha ottenuto dalla Corte un primo e importante riconoscimento della validità delle nostre motivazioni. Il Tribunale Amministrativo del Lazio dovrà ora esprimersi sulla nostra richiesta di annullamento del provvedimento di legge tenendo conto del parere importante contenuto nella sentenza della Corte di Giustizia Europea dello scorso 2 settembre”, si legge nella nota stampa: “. Il Governo dovrebbe prendere atto di questo risultato e provvedere a sanare quanto prima quella che di fatto e’ una situazione oggi priva di base giuridica. Gli uffici del Patronato INCA CGIL Lucca ti aspettano per darti informazioni e per raccogliere la richiesta di restituzione delle cifre che hai versato dal 2012 ad oggi a titolo di contributo aggiuntivo per il rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno. In particolare, nelle nostre sedi potrai ricevere tutte le informazioni necessarie e ti sarà compilata la richiesta di restituzione delle cifre che hai versato dal 2012 ad oggi a titolo di contributo aggiuntivo per il rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno”.

 

No comments

*