Tenta di sgozzare una prostituta sul lungomare di Marina di Massa, preso. Mallegni: “Complimenti alle Forze dell’Ordine”

MASSA CARRARA – “L’episodio di violenza sul lungomare di Marina di Massa è significativo del degrado che vive la città. Episodi che potevano essere evitati e per il quale poco si è fatto. E’ però incoraggiante la risposta delle forze dell’ordine, della squadra mobile, che come sempre ha dimostrato grande abilità nell’assicurare alla giustizia un criminale”: è il commento di Massimo Mallegni, Senatore di Forza Italia in merito al tentato omicidio che ha portato all’arresto di un uomo di origini albanesi che aveva tentato di sgozzare una prostituta sul lungomare di Marina di Massa. Tentato omicidio, l’accusa per il 50enne finito in manette. Per sgozzare la sex worker l’uomo avrebbe utilizzato una bottiglia di vetro rotta. Fortunatamente la ragazza,  che ha perso molto sangue, è stata soccorsa e portata all’ospedale Opa in codice giallo, dove i medici l’hanno suturata con 50 punti. Alla base di questo gesto ci sarebbero delle ragioni sentimentali. I due infatti avrebbero avuto una relazione.

 
“Già alcuni mesi fa – ricorda Mallegni – avevo evidenziato la necessità di debellare la presenza della prostituzione lungo il litorale di Massa permettendomi anche di dare alcuni suggerimenti al primo cittadino vista la mia esperienza nel comune limitrofo di Pietrasanta. Un suggerimento da collega a collega che ci era riuscito. Oggi ci troviamo di fronte ad un episodio che nasconde la sua gravità nella tragedia sfiorata”. Secondo Mallegni è importante rafforzare la sinergia tra forze dell’ordine e Polizia Municipale che dovrebbe garantire anche servizio notturno, almeno nel periodo estivo. Poi videosorveglianza ed illuminazione pubblica: sono altri due strumenti efficaci. Le prostitute su un litorale non ci dovrebbero stare. E questo credo che dovrà essere la prossima sfida del centro destra a Massa a guida Persiani. Non ho dubbio alcuno che si impegneranno per stroncare la prostituzione”.