Tentano il doppio colpo, ma gli va male e finiscono in manette

0

LUCCA – Tentano il doppio colpo, ma gli va male e finiscono in manette.

Nella serata di ieri i militari dell’Aliquota operativa della Compagnia di Lucca, della Stazione Carabinieri di Pescia e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia  di Montecatini Terme hanno tratto in arresto 4 cittadini Albanesi di età compresa tra in 38 e 18 anni dei quali due pregiudicati per reati specifici, poiché colti in flagranza mentre tentavano di entrare in una abitazione in Uzzano, in provincia di Pistolia dopo che avevano già tentato di forzare, senza successo, la porta di ingresso della casa difronte.
Alle ore 18.00 circa, il militare di servizio alla caserma della Stazione di Pescia è stato informato telefonicamente del fatto che una donna aveva notato un’autovettura sospetta con quattro persone a bordo in Uzzano in via Toscana. La donna, con encomiabile intuito, ha comunicato esattamente anche marca, modello e targa del veicolo.
Da giorni sulle tracce di questa autovettura si erano posti i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Lucca, che anche in questa occasione li stavano pedinando con cautela per non allarmali e metterli in fuga, poiché i malviventi si erano già resi responsabili di numerosi furti nella zona di Porcari, Montecarlo ed Altopascio.
In detta circostanza pertanto la Pattuglia della Stazione di Pescia si è portata tempestivamente sul luogo segnalato contestualmente supportata dai Carabinieri di Lucca e da quelli del Radiomobile di Montecatini Terme.
Nel frattempo è giunta una ulteriore comunicazione telefonica da parte della stessa signora che li stava osservando che comunicava di avere notato due persone che, scese dal mezzo, si stavano dirigendo all’interno della proprietà della sua dirimpettaia ponendosi davanti alla porta finestra posta a fianco della porta principale dell’abitazione mandandone in frantumi il vetro. Qualcosa però deve averli fermati poiché immediatamente sono risaliti sull’autovettura fuggendo in direzione di Montecatini Terme. La fuga però ha avuto breve durata poiché dopo pochi istanti i malviventi si sono visti accerchiati e bloccati nel Comune di Massa e Cozzile  dai militari dell’Arma che nel frattempo erano sopraggiunti con estrema velocità
Gli occupanti del mezzo venivano immediatamente sottoposti a perquisizione personale e veicolare e trovati in possesso di arnesi atti allo scasso e guanti in lattice.
I quattro, S.E. del 1986 con precedenti per analoghi reati, B.K. del 1996; P.J. del 1976 e D.A. del 1988, sono stati poi tradotti presso il carcere di Pistoia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

“Hanno centrato ancora un risultato i militari dell’Arma, che ieri pomeriggio hanno arrestato una banda di ladri, sospettati anche di aver compiuto una serie di furti tra Porcari, Montecarlo e Altopascio”, si legge nella nota della Prefettura di Lucca -:”L’operazione è stata compiuta dai Carabinieri del Radiomobile di Lucca, alla guida del Comandante della Compagnia, Maggiore Giangabriele Affinito, in collaborazione con le stazioni di Pescia e Montecatini Terme.
Già da qualche tempo erano sulle tracce dell’autovettura i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Lucca, che anche in questa occasione li stavano pedinando con cautela per non allarmali e metterli in fuga, poiché i malviventi si erano già resi responsabili di numerosi furti nella zona di Porcari, Montecarlo ed Altopascio.
Ieri pomeriggio, è stata preziosa la collaborazione di una cittadina del Pistoiese che, notata l’auto con le quattro persone a bordo in via Toscana a Uzzano, ha immediatamente contattato il 112, riferendo anche il numero di targa.
I malviventi sono stati accusati di tentato furto aggravato e sono stati condotti nel carcere di Pistoia in attesa del processo ma le indagini dei carabinieri non sono ancora concluse, visto che i quattro sono sospettati di altri furti in provincia di Lucca. Il Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro ha espresso il suo più vivo apprezzamento al Comandante Provinciale dei Carabinieri di Lucca e ai suoi uomini, per l’eccellente risultato conseguito che contribuisce a restituire sicurezza ai cittadini della Piana”.

No comments

*