Tentano il furto in villa, arrestati dalle volanti due criminali

0

PRATO – Nuovo importante successo, ieri mattina, del dispositivo di sicurezza e prevenzione del territorio del capoluogo pratese predisposto dal Questore di Pratoo Filippo Cerulo per il corrente periodo estivo, come sempre caratterizzato dal possibile incremento di furti in abitazioni di zone residenziali della città. La corretta applicazione delle Volanti di “Strategie di Sorveglianza Mirata” che prediligono l’attento e costante pattugliamento dei cosiddetti “punti caldi” per fatti delittuosi di specie ha di fatto permesso agli Agenti di una delle pattuglie, ieri mattina, di sorprendere i ladri ancora in azione e, grazie al rapido ausilio fornito da altri equipaggi della Questura, di arrestare due giovani rom pluripregiudicati per fatti equivalenti.

Erano infatti le ore 11.30 circa, quando una delle Volanti, nel corso di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata in zona la Pietà, notava in via Labriola due individui sospetti che stavano scavalcando la siepe di recinzione di un’abitazione, con uno di essi che teneva in mano un grosso cacciavite. Immediatamente gli Operatori della Polizia di Stato, intuendo potersi trattare di due ladri in azione, sono discesi dall’auto di servizio mettendosi al loro inseguimento, con uno dei sospetti che ha abbandonato a terra il cacciavite, successivamente sottoposto a sequestro, per poi unitamente all’altro cercare di far perdere le proprie tracce all’interno dei giardini e delle pertinenze di altre villette della zona. Fatte giungere rapidamente in ausilio due ulteriori Volanti, si è effettuata una concitata ma rapida battuta di ricerca dei due malviventi, apprendendosi in particolare che gli stessi si erano appena resi protagonisti del tentativo di effrazione di una finestra proprio dell’abitazione di via Labriola, con il suo proprietario pratese che, avvedutosi di quanto stava accadendo, urlando al loro indirizzo li costringeva a un fuga che portava i due ladri ad essere poi notati dalla Volante i cui Operatori, nel frattempo, in attuazione di mirati servizi di prevenzione e controllo finalizzati proprio a scongiurare furti tipici del periodo estivo in corso, stavano attentamente pattugliando la zona residenziale della Castellina e della Pietà. Grazie alla contemporanea presenza in loco delle tre Volanti e al prezioso ausilio fornito da alcuni residenti della zona, i due ladri venivano individuati e definitivamente bloccati ancora in via Labriola, con uno di essi che, successivamente generalizzato per un ventunenne rom italiano domiciliato a Roma, pluripregiudicato per equivalenti reati commessi anche nelle città di Roma, Viterbo, Latina e Siena, nel suo vano tentativo di fuga si procurava anche la distorsione con frattura scomposta di una caviglia, per la quale è stato successivamente fatto assistere da personale sanitario del 118 che provvedeva ad applicargli una contenzione gessata, con prognosi di 30 giorni di guarigione. L’altro rom fermato, un ventiduenne serbo domiciliato a Napoli presso un campo nomadi, risultava peraltro al momento sottoposto alla misura alternativa al carcere della detenzione domiciliare in detto campo nomadi, dovendo scontare la pena di 1 anno, 5 mesi e 9 giorni di reclusione per analoghi fatti delittuosi, con scadenza della pena fissata per il prossimo 23 novembre. Condotti entrambi i ladri negli uffici di polizia, si è determinato pertanto il loro definitivo arresto nella flagranza del reato di tentato furto aggravato in abitazione, venendo trattenuti nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa del rito direttissimo odierno.

 

No comments

*