Tommaso Montanari: “Salviamo le Apuane”

0
MASSA CARRARA – Il testo inviato alla nostra redazione da Eros Tetti, e che riportiamo integralmente, è a firma del noto storico dell’arte Tomaso Montanari, in appoggio alla petizione per chiudere le cave sul Monte Sagro ( LEGGI ANCHE: Basta Camion! Chiudiamo le cave del Monte Sagro, firma la … ). Cave che impattano duramente una delle montagne simbolo delle Alpi Apuane:
” Poche settimane fa, la Società Autostradale Ligure e Toscana ha fatto rimuovere un’opera d’arte di un artista noto a livello mondiale: il geniale writer inglese noto con lo pseudonimo di Banksy. Questi era intervenuto su un grande cartello posto sull’autostrada all’uscita dello svincolo di Luni, in direzione di Carrara, scrivendo in rosso «All you can eat» sulla pubblicità turistica delle cave di marmo. Una chiara e forte denuncia della distruzione delle Apuane operata da un’industria estrattiva fuori controllo.
Si è calcolato che col materiale escavato ogni anno si potrebbe lastricare un’autostrada a quattro corsie di 2500 km: da Firenze a Stoccolma, per intenderci. Ma l’80% del volume che ogni anno sottraiamo alla montagna non finisce in opere di architettura o scultura, bensì in filtri per acquedotti, adesivi edilizi, vernici e sbiancanti, industria alimentare, dentifrici. 
Verrà un giorno in cui le Alpi Apuane saranno come i dinosauri: sparite. Con la differenza che dovremo spiegare ai nostri figli che siamo stati noi a distruggere un pezzo straordinario del nostro territorio e della nostra vita. Parlare delle Apuane vuol dire descrivere – attraverso un caso estremo, e dunque più comprensibile – la situazione di tutto ciò che la Costituzione chiama «paesaggio e patrimonio storico e artistico della nazione». Le Apuane sono cancellate da una industria che crea sempre meno occupazione; sono cancellate in violazione delle leggi vecchie e nuove (per esempio annullando le linee di cresta anche sopra i 1200 metri di altezza, in barba al Codice del paesaggio); sono cancellate inquinando acqua e aria, e abbassando la  qualità della vita degli abitanti; sono cancellate da una politica incapace (per ignoranza e corruzione) di comprendere che è possibile un’altra economia; sono cancellate dal silenzio mediatico. 
Vuoi aiutarci a rompere questo silenzio, a salvare questo pezzo di futuro comune?
Partecipa immediatamente alla raccolta firme per salvare il Monte Sagro le cui pendici sono duramente attaccate da cave, cava per cava andremo a combatterle tutte. A questo link la petizione https://secure.avaaz.org/it/petition/Ministero_dell_ambiente_Sindaco_di_Fivizzano_Presidente_Regione_Toscana_Basta_camion_chiudiamo_le_cave_del_Monte_Sagro_A/

No comments