Tradito dal tatuaggio e dal sorriso smagliante, finisce in carcere

0

PISA – Dopo una complessa attività di indagine, condotta dalla Polizia di Stato di Pisa sotto la direzione del Sostituto Procuratore  Flavia Alemi, è stato individuato e sottoposto ad ordinanza di custodia cautelare  G.R., cittadino italiano di anni 25, ritenuto responsabile il 18 ottobre scorso di una rapina a mano armata presso il punto vendita di sigarette elettroniche “Ovale” sito in Pisa in viale Bonaini.
Nell’occasione il rapinatore, dopo aver minacciato la commessa del negozio con un coltello serramanico con lama lunga 25 cm., si era impossessato di un incasso complessivo di 600 euro, per poi darsi alla fuga a piedi per le strade cittadine.
Da subito l’indagine per gli uomini della Squadra Mobile era apparsa alquanto complessa poiché, dalla descrizione fornita dalla vittima, si era compreso che il soggetto non costituisse un volto noto della criminalità locale.
Tuttavia, attraverso un capillare esame delle banche dati nazionali ed il confronto con le telecamere di videosorveglianza del punto vendita è stato possibile addivenire alla sua identificazione.

unnamed Letali per il rapinatore sono stati due dettagli somatici: la presenza di un tatuaggio sul collo e una dentatura irregolare particolarmente annerita, riportante varie anomalie sull’arcata frontale superiore. Dall’esame di questi elementi è stato possibile per gli investigatori della Squadra Mobile individuare un giovane, prevalentemente gravitante in Lombardia, con svariati precedenti penali in materia di reati predatori.
Sottoposto a riconoscimento fotografico, la commessa del negozio non ha avuto alcun dubbio circa l’identità del suo aggressore. A quel punto, sussistendo i gravi indizi di reato, il Gip Giulio Cesare Cipolletta, ha emesso per il rapinatore un’ordinanza di custodia cautelare, aprendosi così per lui le porte del carcere.

No comments

*