Traffico di droga tra Napoli e Pisa: sgominata la banda

0

PISA – Operazione “Icecream”: la Polizia di Stato, a seguito di diversi mesi di indagine, ha interrotto un importante canale di sostanze stupefacenti sull’asse Napoli-Pisa.
Nelle prime ore di ieri, personale della Squadra Mobile di Pisa, in collaborazione con la Squadra Volante e la Squadra Mobile di Roma, ha eseguito 5 arresti di cui 4 su ordinanze di custodie cautelari e uno in flagranza di reato per spaccio di sostanza stupefacente. L’indagine, avviata a seguito di un furto di telefono cellulare, ha consentito di accertare che dietro quel furto si nascondesse qualcosa di più: diversi soggetti di nazionalità tunisina nonché un italiano, tutti personaggi noti sul territorio perché dediti allo spaccio che, approvvigionandosi di cocaina ed eroina nelle zone del mercato low-cost del capoluogo partenopeo, rifornivano la piazza pisana.
Le particolarità che hanno attirato gli investigatori sono state anche le modalità di trasporto da Napoli a Pisa; infatti i soggetti, che provvedevano al trasporto della sostanza stupefacente utilizzando il treno con cadenza quasi settimanale, erano di regola due. Il primo, il fiduciario dell’organizzazione, quando scendeva a Napoli aveva il compito di assaggiare la sostanza stupefacente ed intavolare la trattativa per il prezzo, mentre il secondo, ruolo che veniva svolto a rotazione da più membri della banda, aveva il mero compito di vettore, trasportando la sostanza stupefacente. Per non dare nell’occhio, adottavano l’accortezza di viaggiare separati nel convoglio ferroviario e, spesso, mutavano la stazione di arrivo, considerando quella di Pisa “troppo controllata” e preferendo pertanto scali vicini. Il referente, addirittura, riusciva a fare i suoi viaggi a Napoli eludendo la misura dell’obbligo di firma, firmando la mattina presso i Carabinieri e rientrando in tempo utile per ottemperare nuovamente all’obbligo.

No comments

*