Travolte dalla bomba d’acqua, e trovate morte dagli uomini della Forestale

0

GROSSETO – Ore di pattugliamento incessante, da parte di tre pattuglie del Corpo Forestale dello Stato di Grosseto che hanno incessantemente monitorato l’area della Marsiliana oggetto dell’inondazione che ha raggiunto la sua massima di piena intorno alle 20. Ad essere travolte dalla bomba d’acqua sono state due sorelle di 65 e 69 anni Marisa e Graziella Carletti residenti una a Roma e una a Manciano, mentre con la propria auto percorrevano la SS74 in zona della Sgrilla intorno proprio alle ore 20:00. I loro corpi, rimasti intrappolati nell’auto, sono stati recuperati nel corso della notte ormai privi di vita. Il personale tutto è stato impegnato sin da subito l’arrivo dell’onda nella evacuazione delle persone dalle case di campagna, quelle più isolate e maggiormente colpite dall’alluvione, e hanno altresì collaborato alla chiusura di tratti stradali compromessi dall’acqua per evitare nuove tragedie. Tali attività sono durate ininterrottamente per tutta la notte fino a questa mattina, e continuano, con cambio di turni e aggiunta di nuove pattuglie  anche da fuori Regione per un totale attuale operativo di 15 pattuglie, con personale altresì impegnato presso la Centrale Operativa di coordinamento di Orbetello, la Sala Operativa del Comando Provinciale di Grosseto e la Sala Operativa Interforze della Prefettura di Grosseto. Le Operazioni sono coordinate e dirette dal Comandante Provinciale di Grosseto dottor Alessandro Baglioni e dal Vice, dottoressa Alessandra Baldassarri.

No comments

*