Treno Verde, domani tappa straordinaria a Firenze

0

FIRENZE – Si chiuderà domani a Firenze la tappa toscana del Treno Verde, la storica campagna nazionale di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato quest’anno ha cambiato “declinazione” per dar vita ad un viaggio speciale dedicato all’agricoltura e all’alimentazione in vista di Expo Milano 2015.

Il convoglio ambientalista arriverà domattina, venerdì 27 marzo, al binario 5 della stazione di Santa Maria Novella. Alle 11.30 è prevista la cerimonia di inaugurazione con l’incontro “La Toscana verso Expo”. Saranno presenti: l’onorevole Susanna Cenni, Commissione agricoltura Camera dei Deputati; Beppe Croce, responsabile Agricoltura Legambiente; Lucio Cavazzoni, presidente Alce Nero; Ascencio Cordoba, presidente Coop Norandino (Perù); Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana; Simone Nuglio, portavoce Treno Verde; Lorenzo Nofroni, direttivo Legambiente Firenze; Andrea Boccalini, azienda Monna Giovannella, associazione coltivatori di grani antichi a Bagno a Ripoli.

Alle ore 14.30, invece, è prevista la visita a bordo dell’assessore all’Agricoltura della Regione Toscana Gianni Salvadori. Il Treno Verde sarà aperto poi al pubblico dalle 16 alle 18, prima di proseguire il suo viaggio verso Parma.

Motto di questa edizione è “Tornare alla terra per seminare futuro” per sottolineare l’importante ruolo che l’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali ha e potrà avere anche di fronte alle sfide future. La Toscana è stata l’ottava regione toccata dal tour – realizzato anche grazie al patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con la partecipazione di Regione Toscana verso Expo 2015 – che fino all’11 aprile vedrà il convoglio ambientalista ingiro per l’Italia per far conoscere e riscoprire la bellezza e l’eccellenza dei territori, masoprattutto per raccontare le migliori esperienze dell’agricoltura italiana di qualità in viaggio verso Expo Milano 2015, l’esposizione universale su alimentazione e nutrizione.

Quest’anno il Treno Verde ha fatto un restyling delle sue quattro carrozze, che ospiteranno una mostra didattica dedicata all’agricoltura e all’alimentazione. La prima carrozza è dedicata al tema “Agricoltura o Agricolture? Dove viene il cibo” e sarà un viaggio alla scoperta della terra a partire dalla difesa e tutela del suolo fino alla mitigazione dei mutamenti climatici e alla riduzione dei consumi. Ci sarà, inoltre, un percorso interattivo per scoprire da dove nasce il cibo. Tema della seconda carrozza sarà invece “La terra e il territorio. Chi produce il cibo?”: si parlerà di buone pratiche, di green economy, si incontreranno gli Ambasciatori del Territorio e qui si potrà sottoscrivere il Manifesto della Nuova Agricoltura. La terza carrozza sarà dedicata a “Chi Mangia? Cosa mangia?” e tra i temi si discuterà di: etichettatura, corretta e sana alimentazione, stagionalità alla dieta mediterranea, spesa sostenibile. Inoltre, all’interno della mostra di Ecolife – progetto sugli stili di vita consapevoli cofinanziato dalla Commissione Europea – si potrà avere immediata percezione dei cambiamenti climatici attraverso le immagini di COSMO-SkyMed, il sistema satellitare dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) unico al mondo. Infine a bordo della quarta carrozza si parlerà di “agricoltura e sociale”, di orti in città e delle esperienze di Libera Terra e delle altre associazioni e cooperative che ogni giorno lavorano per garantire un’agricoltura sostenibile e una sana alimentazione.  Infine la cucina viaggiante, altra novità di questa edizione 2015,allestitaa bordo della terza carrozza permetterà ai ragazzi degli Istituti agrari e alberghieri di sfidarsi ai fornelli con ricette biologiche, a kilometro zero, sostenibili e senza sprechi. Una sfida che Legambiente sta rivolgendo anche al popolo social con #tipicongusto: chi è interessato e vuole partecipare dovrà scattare una foto con il piatto o il prodotto agroalimentare che vorrebbe portare nel futuro e postarla poi sui proprio profili social con l’hashtag #tipicongusto.

 

No comments

*