Trova la ex in un locale a Forte dei Marmi, la picchia e la rapina: viareggino arrestato a Massa

MASSA CARRARA – Sabato sera, a Forte dei Marmi, una giovane donna, residente nella provincia di Massa, si trova in un locale in compagnia di alcuni amici. Purtroppo per lei, però, fra i clienti del locale c’è anche il suo ex fidanzato, un viareggino di 42 anni, che già in passato ha manifestato nei suoi confronti comportamenti violenti. Proprio per questo era terminata la loro relazione.

Per lei ha inizio una serata da incubo. Impaurita dalla presenza dell’uomo, decide di fare rientro a casa. Approfittando della confusione, si incammina verso la propria autovettura quando l’uomo le si avvicina e l’afferra per i capelli, la butta a terra, la prende a calci e le strappa via la borsetta; il malvivente comincia a frugare al suo interno, ma per fortuna le grida di aiuto della ragazza attirano alcuni passanti che riescono ad allontanarlo.

A quel punto la donna, in stato di shock, rifiuta di farsi accompagnare al pronto soccorso e torna a casa. Ad attenderla però, all’interno del piazzale del condominio, c’è di nuovo il suo ex che, dopo averla tirata con forza fuori dall’auto, la trascina all’interno dell’appartamento ed inizia a picchiarla ed insultarla. Sono alcuni condomini che, allarmati dalle urla della ragazza, avvisano il 112.

Sul posto intervengono immediatamente due pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Massa. Notati i segni di violenza sul corpo della vittima ed il suo evidente stato di agitazione, i militari dell’Arma fermano il 42enne e lo conducono presso gli uffici della Compagnia; di lì a qualche ora, a seguito degli immediati accertamenti eseguiti, l’uomo viene arrestato per atti persecutori, lesioni e rapina.

Il P.M. di turno, Alessandra Conforto, dispone che lo stesso venga tradotto presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo avvenuto ieri pomeriggio presso il Tribunale di Massa dove il Giudice  Alessandro Trinci, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei confronti dell’uomo la custodia cautelare presso la sua abitazione.