Trovato con oggetti rubati e strorditore elettrico, denunciato

0

PRATO – Il personale della Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un trentatreenne cittadino cinese, attualmente sottoposto alla misura di sicurezza dell’obbligo di presentazione alla Pg, domiciliato a Prato presso l’abitazione di un connazionale, ritenuto responsabile del reato di porto illegale di arma in clandestinità e ricettazione.
Il particolare l’uomo è stato intercettato dalla pattuglia mentre transitava a piedi lungo via Pistoiese e fermato dagli operatori – che lo avevano riconosciuto quale noto pregiudicato – nonostante il tentativo di eludere in controllo aumentando l’andatura. In considerazione del suo stato giuridico, del fatto che avesse le mani sporche e del suo stato di agitazione, veniva sottoposto ad una perquisizione personale con il seguente rinvenimento in dosso di un apparecchio storditore (cosiddetto TAZER) di fabbricazione cinese ed il cui porto è considerato illegale. Inoltre veniva trovato in possesso anche di un carica batteria per Iphone 4S, un cavo per carica batterie per Iphone 5 (nonostante fosse sprovvisto di relativo apparecchio), due colane in metallo argentato di cui una con pendente in Swaroski, la somma in banconote fuori corso di lire 77.000 ed una carta di identità appartenete ad altro individuo cinese. Di tutto il materiale rinvenuto nel corso della perquisizione il soggetto non dava contezza alcuna sebbene appariva certa la provenienza furtiva delle banconote fuori corso e delle collante. Tutto il materiale veniva pertanto sequestrato ed il fermato accompagnato in Questura per la denuncia alla competente A.G. Nel corso dell’intervento, in una strada attigua veniva rinvenuto in stato di abbandono un ciclomotore risultato essere provento di furto denunciato lo scorso settembre e pertanto sottoposto a sequestro ed affidato in giudiziale custodia a ditta di soccorso stradale.

No comments

*