Ubriaco, aggredisce tre uomini: ricoverato in Psichiatria

0

PRATO – Sono le 11.50 circa quando il personale delle Volanti viene inviato in via Soffici, alla sua intersezione con via Sacchetti, per segnalazione di aggressione in strada di alcuni passanti ad opera di un uomo, per imprecisati motivi. Sul posto gli Operatori della Polizia di Stato rintracciavano il protagonista della vicenda, un cinquantaquattrenne pratese residente della zona, il quale appariva da subito in evidente stato di agitazione, peraltro aggravata dalla verosimile assunzione di bevande alcoliche, appurandosi che erano tre gli uomini da lui aggrediti in strada, due passanti di sessantasei e cinquantaquattro anni età nonché un ciclista di cinquantotto anni di età, i quali erano stati da presi a  spintoni e pugni, senza alcun apparente motivo. Giunto anche personale sanitario del 118 che ha prestato le cure del caso ai contusi, si apprendeva che il cinquantaquattrenne pratese autore dell’aggressione fosse persona soggetta a instabilità comportamentale e già in cura per precedenti episodi, venendo nell’occasione trasportato presso il locale Ospedale ove i medici decidevano di sottoporlo a TSO, ricoverandolo presso il Reparto di Psichiatria, mentre i tre aggrediti si sono riservati di formalizzare querela sull’accaduto.

Ieri sera,  alle 22.30, un equipaggio delle Volanti, nel corso di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata nel parcheggio di via Martini, notava nei pressi del vicino Ponte XX Settembre un magrebino sospetto che, fermato e identificato per un ventottenne marocchino in Italia senza fissa dimora., veniva trovato in possesso di una piccola quantità di sostanza stupefacente di tipo marijuana, della quale ammetteva l’uso personale, immediatamente sequestrata dagli Agenti, che hanno pertanto provveduto a condurre il ventottenne in Questura, segnalarlo alla locale Prefettura quale assuntore di droghe, quindi metterlo a disposizione del locale Ufficio Immigrazione per la necessaria prosecuzione dei dovuti accertamenti sulla sua identità personale.

No comments