Una giornata alla scoperta del Parco in compagnia di Franco Tassi, storico Direttore del Parco d’Abruzzo

0

PISA  – Sabato 27 settembre l’Ente Parco organizza, nella Tenuta di San Rossore, un’intera giornata d’incontro con Franco Tassi, storico Direttore del Parco Nazionale d’Abruzzo: per tutti gli appassionati di ambiente ed aree protette i due eventi costituiscono un’occasione unica di arricchimento grazie alla partecipazione di uno dei padri storici della conservazione in Italia.

La mattina, a partire dalle 9.30, si terrà il seminario “Chi ha paura del lupo cattivo?”, che ha l’obiettivo di illustrare la storia della protezione del lupo in Italia e le prospettive attuali dal punto di vista delle aree protette, mentre il pomeriggio, dalle 15 alle 18.30, è previsto un evento a numero chiuso dal titolo “La strada dei parchi”, un ulteriore momento di riflessione sul passato e sul futuro dei parchi. Per l’incontro pomeridiano, che si svolgerà alla Villa del Gombo – con spostamenti vincolati agli orari del trenino che accompagnerà i partecipanti allo storico edificio della Tenuta di San Rossore – e conterà anche sul contributo di Enrico Migliaccio, è necessaria la prenotazione, fino ad un massimo di 60 posti, da effettuarsi scrivendo a: promozione@sanrossore.toscana.it.

Franco Tassi, entomologo e naturalista di fama internazionale, ha ricoperto il ruolo di direttore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise per oltre trent’anni, dal 1969 al 2002; già docente di ecologia applicata alla facoltà di Veterinaria dell’Università di Napoli e di conservazione della natura all’Università di Camerino facoltà di Scienze Biologiche, è stato per oltre un ventennio tra i membri del Consiglio nazionale del WWF Italia.

Il direttore del Parco naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Andrea Gennai, nel presentare l’iniziativa, ha rimarcato: «San Rossore è stato e continua ad essere un luogo dove si fa cultura dei parchi. Tra tutte le autorevoli voci che hanno scelto negli anni questa sede per dare il proprio contributo, non poteva mancare l’importantissima figura di Franco Tassi, che in anni difficili ha portato il Parco d’Abruzzo ad essere famoso nel mondo per i suoi risultati.  È stato inoltre il mio maestro professionale e credo che tutti quelli che lavorano nei parchi debbano cogliere questa occasione per esprimere un grande riconoscimento al più illustre dei colleghi.»

 

No comments