Uragano, la situazione monitorata in Prefettura minuto per minuto

0

LUCCA – E’ costantemente monitorata la situazione maltempo in provincia di Lucca, colpita, come molte altre zone della Toscana, da fortissime raffiche di vento che, nella notte e nella prime ore della mattina, hanno causato danni ingenti soprattutto in Valle del Serchio, Piana e Versilia.
Dopo il primo incontro di stamani in Prefettura del CCS (Centro Coordinamento Soccorsi), sono tornati a riunirsi intorno alle 13, a Palazzo Ducale, coordinati dal Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro, il Presidente e i tecnici della Provincia di Lucca, il Sindaco di Lucca, il Questore, i Respondabili proviciali dei Carabineri, della Polizia stradale, della Polizia ferroviaria, della Guardia di Finanza, del Corpo forestale dello Stato, della Capitaneria di Porto e dei Vigili del Fuoco. Erano altresì presenti i responsabili di ENEL, Gesam, Toscana Energia, di Telecom e Vodafone.
Le forti raffiche di vento hanno causato centinaia di cadute di alberi, sia lungo le strade che sui versanti causando sugli stessi anche fenomeni di dissesto localizzato. Si registrano, inoltre, cadute di pali dell’energia elettrica, e danni alle copertura di alcuni fabbricati. Molti i comuni più colpiti dalle avverse condizioni meteo dove risultano ingenti danni ai privati. I vigili del fuoco sono impegnati a ciclo continuo su decine e decine di interventi e segnalazioni tanto che è stato richiesto il supporto ad altre squadre regionali. Tutte le squadre locali di volontariato sono impegnate con le amministrazioni comunali per cui la Provincia ha richiesto l’attivazione di squadre di supporto alla Regione Toscana.
La Provincia, dal canto suo, sta intervenendo sulla strada provinciale n. 2 Lodovica a Rivangaio, sul versante dove si è verificato l’incidente mortale di stamani. Dalle prime ore di oggi sono operative alcune squadre di addetti provinciali per la bonifica mentre una ditta è incaricata per i rilievi e le perizie tecniche dove si è staccato il masso che, superando le reti paramassi, è caduto sulla Ford che transitava in direzione Lucca. La Provincia terrà chiuso il tratto della Lodovica , almeno fino al tardo pomeriggio di domani, venerdì 6 marzo, salvo ulteriori verifiche tecniche.
Al fine di favorire gli interventi sulle linee elettriche è stato costituito un gruppo tecnico che presso la Sala Operativa definirà con i tecnici Enel le attività di supporto ritenute necessarie a garantire la massima celerità di intervento ed il ripristino dei servizi.
Attualmente le problematiche maggiori, oltre a quelle relative alla viabilità sul territorio, riguardano la mancanza di energia elettrica in molte zone della provincia che, come conseguenza, ha ‘spento’ alcuni ripetitori di telefonia sia fissa che mobile. Delle 60mila utenze Enel interrotte nelle prime ore di stamani, la metà risulta già ripristinata. Le squadre di tecnici Enel sono costantemente al lavoro ma sia la situazione meteo, sia l’alto numero di segnalazioni rendono il ripristino della corrente particolarmente impegnativo e probabilmente non si concluderà stasera.
Le previsioni meteo indicano comunque una situazione di allerta fino alle 18. In serata i fenomeni sono destinati ad attenuarsi.

No comments

*