Vendita di alcolici a minorenni, il Questore chiude un minimarket

0

FIRENZE – Chiusura imposta per 10 giorni ad un minimarket di via Faenza che domenica scorsa, sulla base di quanto accertato dalla polizia, avrebbe venduto superalcolici a tre minorenni: due ragazze di 15 e una di 14 anni.

Una di queste, nella notte, ha poi accusato un malore dovuto proprio all’eccessivo consumo di alcolici finendo così al pronto soccorso  per “etilismo acuto”.

Nei giorni scorsi gli uomini della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura – la Divisione diretta dal dottor Fausto Vinci – hanno ricostruito la vicenda accertando che sabato sera la 15enne, in compagnia delle sue amiche, aveva acquistato una bottiglia di vodka in un minimarket senza che il gestore si fosse sincerato della loro età anagrafica (come invece previsto dalle vigenti normative).

E proprio tale “noncuranza e inavedutezza” nel vendere un superalcolico ad una minore di anni 16 è stata evidenziata nel provvedimento emesso dal Questore Raffaele Micillo che, a partire dalla mezzanotte di stasera, ha disposto la chiusura al pubblico dell’esercizio di vicinato “per motivi di ordine e sicurezza pubblica”.

Tale condotta ha creato  – sempre come riportato nel decreto del Questore –  non solo una situazione di pericolo per la salute – in questo caso di una minore -, ma anche una situazione suscettibile di ulteriori e più gravi sviluppi in un contesto come quello che ogni sabato sera vede ritrovarsi nel centro cittadino numerose persone.

Per il responsabile scatterà inoltre una denuncia per “somministrazione di bevande alcooliche a minori…”

La norma (prevista nel nostro codice penale) punisce “l’’esercente un’osteria o un altro pubblico spaccio di cibi o di bevande, il quale somministra, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, bevande alcooliche a un minore degli anni sedici…”

No comments

*