Vertice in Prefettura per i sistemi di videosorveglianza nei comuni di Barga, Forte dei Marmi e Porcari

0

LUCCA – Questa mattina, presieduto dal Prefetto Giovanna Cagliostro, si è tenuto in Prefettura  un Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica al quale hanno partecipato le Forze dell’Ordine e i Sindaci dei Comuni di Barga, Forte dei Marmi e Porcari.

I Sindaci hanno illustrato i documenti contenenti la proposta di installazione ed integrazione dei sistemi di videosorveglianza sul territorio di relativa competenza.

Il Comitato ha esaminato con esito favorevole le relazioni e la documentazione tecnica presentate  dai  Sindaci. Le Forze dell’Ordine hanno  offerto il necessario supporto volto a garantire la corretta attuazione dei sistemi in questione.

In particolare, il Comune di Forte dei Marmi provvederà all’installazione di 12 nuovi  punti di videosorveglianza ed alla  modernizzazione di quelli esistenti su tutto il territorio in zone nevralgiche di accesso. Il progetto pilota,  incentrato sulla Versilia, sarà esteso successivamente – attraverso analoga mappatura – anche al territorio di Lucca e Piana, nonché in Garfagnana. Esso prevede l’acquisizione di sistemi di nuova generazione che consentirà di affinare le metodologie investigative.  Il progetto prosegue sulle linee evolutive già prospettate nel corso del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi a Forte dei Marmi lo scorso 17 aprile alla presenza del Sottosegretario Manzione all’indomani del tragico episodio criminoso che colpì la signora Mariani.

Il progetto del Comune di Barga ha l’obiettivo di garantire il controllo e la gestione degli accessi principali allo stesso comune mediante un sistema di videosorveglianza – che attualmente interessa 7 punti –  del traffico stradale attraverso il riconoscimento delle targhe per il controllo e l’abilitazione al passaggio  dei veicoli autorizzati. L’amministrazione si prefigge di garantire  la sicurezza dei cittadini e del traffico stradale in zone del proprio territorio ad alto afflusso di persone. Tale sistema è altresì in grado di gestire in modo automatico le autorizzazioni di accesso al centro storico cittadino.

Il progetto del Comune di Porcari, in questa prima fase, prevede 8 punti di installazione in zone topiche del territorio monitorando tutti gli accessi veicolari e pedonali che confluiscono presso il centro storico, nonché in aree cittadine nelle quali si trovano uffici pubblici, istituti di credito, luoghi di culto ed altri  spazi pubblici sensibili per rendere più efficace l’attività di prevenzione contro la microcriminalità.

A conclusione dell’incontro, il Prefetto  ha  espresso positivo apprezzamento per tali importanti iniziative volte a migliorare la sicurezza pubblica in punti strategici del territorio di quei comuni. Ciò nell’ottica di un generale rafforzamento dell’intero sistema a livello provinciale che fa perno su una filosofia di sicurezza partecipata che coinvolge gli Enti Locali quali attori di importanza primaria.

No comments

*