Viaggio di presentazione dei treni Swing, a bordo Rossi e Soprano

0

LUCCA – Viaggio di presentazione al territorio per i nuovi treni ‘Swing’, i treni diesel acquistati dalla Regione Toscana per migliorare il servizio anche sulle linee non elettrificate.

Lo ‘Swing’ è partito alle ore 9.30 da Lucca ed è arrivato alle 13.20 ad Aulla, a bordo c’erano il presidente della Regione Enrico Rossi, l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli e l’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano. Insieme a loro i rappresentanti delle amministrazioni comunali della Lunigiana e della Garfagnana, delle Province di Lucca e Massa Carrara e del Comitato pendolari della linea Lucca-Aulla oltre al presidente dell’azienda polacca Pesa, che ha costruito i convogli.
I primi treni Swing hanno iniziato a percorrere la Lucca-Aulla nel pomeriggio di venerdì 20. Da domani, lunedì 23, partirà ufficialmente il servizio commerciale.

I treni ‘Swing’ sono moderni convogli diesel a tre carrozze con un’offerta di 161 posti a sedere (2 postazioni per persone a mobilità ridotta). Ogni ‘Swing’ può raggiungere la velocità di 130 chilometri orari ed è dotato di apparati per migliorare le comunicazioni ai passeggeri e la videosorveglianza. La Toscana ne avrà in tutto 13, dei quali 11 acquistati direttamente dalla Regione con un investimento di 48 milioni di euro. A oggi sono tre i convogli ‘Swing’ in Toscana, ma gli altri arriveranno presto, entro l’estate del 2015.

E’ infine importante segnalare che nel mese di marzo in Toscana oltre agli ‘Swing’ sono entrati in servizio anche i nuovi treni ‘Jazz’, convogli pensati per linee metropolitane elettrificate e ad alta frequentazione. Con questi due nuovi modelli la Toscana ha compiuto un ulteriore passo in avanti nel proprio programma di rinnovo del materiale rotabile in servizio. Da ricordare, infatti, che tra il 2012 e il 2014, grazie a quanto previsto nel contratto di servizio tra la Regione e Trenitalia, sono state consegnate alla Toscana anche 150 carrozze ‘Vivalto’ a doppio piano, un investimento di circa 150 milioni di euro che ha fatto in modo che quasi il 70% dei viaggiatori toscani possa utilizzare per i propri spostamenti materiale rotabile di ultima generazione, più confortevole ed efficiente. Se a questo si aggiunge il programma di rinnovo delle vetture ‘face lift’, che sta procedendo in parallelo, entro la fine del 2015 la percentuale d i pendolari toscani che quotidianamente utilizza convogli nuovi o completamente restaurati salirà a circa l’85%.

No comments

*