Volontariato: 10 progetti finanziati a Lucca e provincia per oltre 195 mila euro

0

Sono 10 le associazioni di Lucca e provincia vincitrici del bando “Percorsi di Innovazione”, promosso da Cesvot, Coge Toscana e Consulta regionale delle fondazioni bancarie della Toscana per sostenere i migliori progetti del volontariato toscano in ambito sociale, culturale, ambientale e sanitario. I 10 progetti selezionati riceveranno un finanziamento complessivo di oltre 195 mila euro.

Tanti gli interventi previsti. L’associazione e centro studi Lu.Ce., con Aima e Avo Lucca e il sostegno di Anffas, realizzerà uno sportello di ascolto per famiglie di bambini con disturbi dell’apprendimento e una serie di percorsi di psicoeducativi per dfamiglie e ragazzi con disabilità psichica. In un ambito simile interverrà anche la Fasm – Famiglie associate per la salute mentale che con il progetto “Emozioni Artistiche” cercherà con l’arte, la bioginnastica e la creatività di aiutare le persone con disagio psichico nell’espressione di sé e delle proprie emozioni. Un progetto che vede il coinvolgimento di numerose associazioni, parrocchie ed enti locali di Lucca e provincia.

Ai giovani e all’integrazione interculturale è, invece, dedicato il progetto “Memo – Memoria e migrazione oltreconfine” dell’associazione Amani Nyayo. Le attività si rivolgeranno in particolare agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori.

Sette invece i progetti finanziati nella provincia lucchese. Quello dell’Avis di Stiava che, insieme a Fratres e Misericordia di Pian del Quercione, realizzerà un’esperienza di orto sociale come strumento di socializzazione ma anche di sostentamento per persone in difficoltà. A Forte dei Marmi, invece, l’Auser col progetto “Attivamente Insieme” promuoverà 2 laboratori per anziani soli che li aiutino ad affrontare la solitudine e li sollecitino a socializzare, ad essere creativi e partecipi del contesto in cui vivono.

A Viareggio la Casa delle donne attiverà, con il sostegno dell’associazione L’Uovo di Colombo e numerose associazioni, un percorso specifico per donne vittime di violenza. Il progetto prevede la creazione di un gruppo di auto-mutuo-aiuto, uno sportello di orientamento per la ricerca di un lavoro e di una casa e una serie di incontri di supporto alla genitorialità e al benessere psico-fisico. Per agevolare la partecipazione è previsto anche un servizio di baby-sitter.

A Camporgiano la Misericordia realizzerà, coinvolgendo varie aziende e cooperative, due laboratori per facilitare l’integrazione delle persone disabili: un laboratorio di ortocultura e un laboratorio per la confezione di prodotti agricoli. Anche a Borgo a Mozzzano la Misericordia realizzerà un orto sociale alle cui attività parteciperanno persone con disabilità del territorio e la cui produzione servirà al fabbisogno della Rsa.

La Pubblica Assistenza di Stazzema insieme a Comune, all’Usl12 e altre associazioni del territorio, aprirà invece un centro dedicato a varie forme di fragilità, in particolare rispetto alla terza età e alla disabilità. Il centro potrà accogliere fino a 15 persone che con mezzi dell’associazione saranno accompagnati al centro e qui potranno svolgere varie attività.

A Pietrasanta l’associazione Fata – Fuoco Aria Terra Acqua avvierà un progetto di turismo sociale creando opportunità di vacanza e soggiorno per bambini e giovani con disabilità e difficoltà di integrazione. Il progetto prevede, inoltre, la formula “weekend sollievo”, ovvero al possibilità per genitori di ragazzi disabili di affidare per il fine settimana i propri figli, così da ‘liberare’ un po’ di tempo per sé e per la vita di coppia.

“Voglio esprimere, a nome di tutto il Consiglio Direttivo, la mia personale soddisfazione per il cospicuo finanziamento che il Cesvot ha accordato alla provincia di Lucca”. Dichiara  Pierfranco Severi, presidente della delegazione Cesvot di Lucca Infatti “piovono” sulla nostra delegazione ben 195.000 € che rappresentano un notevole sforzo che Cesvot ha compiuto pur in un periodo di diffuse ristrettezze. Rilevo inoltre che la quantità e la qualità dei progetti presentati dalle associazioni lucchesi è in costante crescita, segno che l’opera del Cesvot e la passione del volontariato lucchese fanno si che le associazioni di tutta la provincia continuino e incrementino la loro lodevole opera rafforzando la coesione sociale per il bene di tutta la collettività”.

Complessivamente sono 71 i progetti finanziati nel 2013-2014 con il bando “Percorsi di Innovazione”. Oltre 1 milione e 300mila euro le risorse messe a disposizione. Una descrizione di tutti i progetti vincitori è disponibile nel volume “Percorsi di innovazione: presentazione dei 71 progetti vincitori”, consultabile anche online sul sito di Cesvot www.cesvot.it

Le associazioni vincitrici saranno premiate venerdì 21 giugno a Firenze, presso il Convitto della Calza (ore 15-18), in occasione della presentazione del libro “Insieme si può. Volontariato e fondazioni bancarie un’alleanza per l’innovazione sociale” che racconta dieci anni del bando “Percorsi di Innovazione” attraverso schede, dati e immagini. Alla presentazione parteciperanno Federico Gelli presidente Cesvot, Giuseppe Guzzetti, presidente Acri, Luciano Barsotti presidente Consulta regionale delle fondazioni bancarie, Andrea Torricelli presidente Coge Toscana. Modera Gerardo Greco, giornalista di Rai 3 e conduttore della trasmissione Agorà.

No comments

*