“2015: un anno di risultati eccellenti per Seravezza. 2016: ancora molte cose in cantiere”

0

SERAVEZZA – “Il 2015 è stato, per il Comune di Seravezza e per la nostra Amministrazione Comunale, un anno di consolidamento rispetto alle proposte strategiche del mandato amministrativo e di raccolta relativamente agli obiettivi concreti che ci eravamo dati nel 2011”.

La nota stampa che riportiamo integralmente è a firma del sindaco, Ettore Neri:
“Nella prima parte del 2015 la nostra Amministrazione ha svolto un lavoro di primo piano nella definizione di quelle parti del Piano del Paesaggio della Toscana che maggiormente incideranno nelle strategie di tutela e progresso della Versilia, non solo per ciò che riguarda le attività estrattive, ma anche per tutti quegli aspetti che interessano i territori di pianura e della costa.
Importante è stato anche il contributo dato al processo di integrazione delle politiche socioassistenziali e sociosanitarie della Versilia e l’azione svolta a tutela della sanità versiliese.
La Città di Seravezza ha ottenuto, nel 2015, il premio Comune Virtuoso d’Italia: se ne è parlato a lungo evidenziando aspetti interessanti e curiosità delle nostre politiche ma ambientali, ma forse poco è stato evidenziato che il riconoscimento non è stato ottenuto per questa o quella iniziativa, ma piuttosto per la strategia complessiva cui la nostra Amministrazione ha lavorato per quasi dieci anni, per la molteplicità dei progetti realizzati e la visione d’insieme.
Con l’estensione a tutto il fondovalle di Ruosina del servizio di raccolta differenziata porta a porta e con l’avvio a tutti i paesi della collina della raccolta differenziata di prossimità raggiungiamo, in queste settimane, la copertura del servizio per il cento per cento del territorio e dei residenti; tutto ciò nel contesto di una ulteriore riduzione della Tari.
Il 2016 dovrà essere l’anno del passaggio alla fase attuativa del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e del Patto dei Sindaci sottoscritto con l’Unione Europea.
Nel 2015, in continuità con gli anni precedenti, sono proseguiti gli impegativi lavori per la difesa del suolo e di ripristino dopo le calamità naturali.
Nei mesi scorsi sono terminati gli imponenti lavori del Progetto di Quartiere per l’edilizia sociale di Valventosa e i primi lotti dei progetti di riqualificazione a Minazzana e Giustagnana.
Intanto è giunta al termine la realizzazione del primo lotto della pista ciclopedonale Querceta –Forte dei Marmi: ora la qualità dell’intervento è davanti agli occhi di tutti, le polemiche sono sopite e, salvo pochi casi marginali, i cittadini possono godersi la riconquista di un pezzo pregiato di territorio trasformato da strada di scorrimento veloce a elemento urbano riqualificato.
Le risorse per la realizzazione del tratto Ponte di Tavole – Forte dei Marmi della pista ciclopedonale, in programma per il 2016, sono già nelle casse del Comune grazie ad una virtuosa operazione di compensazione urbanista che ha portato all’erario pubblico anche una consistente parte dei soldi necessari alla realizzazione della palestra della scuola primaria del Frasso che sarà inaugurata a gennaio 2016.
Significativi, tra gli altri, sono stati gli interventi realizzati nel 2015 al Parco “P.P. Pasolini” e su via Ranocchiaio al Parco “Ilaria Alpi” per il riordino e il miglioramento del decoro urbano
Sempre a gennaio potremo ammirare il restauro della facciata e del tetto di Palazzo Rossetti a Seravezza, palazzo che diverrà la sede di rappresentanza ufficiale del nostro Comune e che, nel tempo, messo in sinergia con Palazzo Mediceo, rappresenterà quell’elemento decisivo di collegamento tra il flusso costante di visitatori del sito Unesco con il centro storico della Città.
Il bilancio economico e finanziario del Comune di Seravezza è sano, equilibrato, solido: anche nel 2015 siamo riusciti a mettere in atto politiche diffuse e innovative di sollievo al disagio delle famiglie e alle difficoltà delle aziende.
Il nostro bilancio ha superato brillantemente la prova dell’introduzione del nuovo sistema di contabilità pubblica e dell’obbligo dell’accantonamento di partite di riserva a fronte di crediti di dubbia esigibilità.
Il Comune di Seravezza è garanzia di regolarità nei pagamenti delle quote di partecipazione e delle spettanze per tutti i servizi di natura sovra e intercomunale (Ersu, Cav, Società della Salute, Asl12, Erp, Vaibus, Gaia, Ato Costa, ecc. ricevono regolarmente il saldo delle nostre spettanze); abbiamo una buona cassa e mai, nel corso dei nostri mandati amministrativi, abbiamo dovuto ricorrere al sistema bancario per ottenere anticipazioni di cassa.
Il Comune di Seravezza ha oggi 70 dipendenti: 1 ogni 190 abitanti e una percentuale di indebitamento per mutui da restituire quasi azzerata, all’1,30%.
Il finanziamento delle opere pubbliche è avvenuto, durante il nostro mandato, senza alcun ricorso all’indebitamento, senza aggravi sul bilancio, con il solo uso di risorse proprie quali oneri di urbanizzazione, alienazioni, permute, perequazioni urbanistiche, finanziamenti pubblici e privati, tutti a fondo perduto.
Soltanto in occasione di uno dei numerosi eventi calamitosi che purtroppo ci hanno colpito in questi anni si è dovuto stipulare un mutuo di 1.150.000. Questo mutuo è poi stato anticipatamente e quasi totalmente estinto con l’arrivo di contributi nazionali e regionali sulla protezione civile.
Con il 2016 andranno a scadenza numerosi mutui contratti nel secolo scorso e con questo si libereranno altre risorse fresche per la spesa corrente e/o per nuovi investimenti.
Anche il bilancio della Fondazione Terre Medicee ha chiuderà per il terzo anno consecutivo con il bilancio con segno più: riduzione dei costi e aumento della qualità e quantità dei prodotti culturali offerti.
Dopo aver riportato, qualche anno fa, la stagione teatrale a Seravezza, proprio in questi giorni di vacanze natalizie abbiamo riacceso le luci della programmazione cinematografica che, nel nostro Comune, mancava da quasi quaranta anni.
Abbiamo, davanti a noi, un ultimo breve scorcio di mandato amministrativo, ma ancora diverse cose da mettere in cantiere e realizzare in un 2016 che si preannuncia molto interessante e che affronteremo con la consueta energia e voglia di fare bene”.

No comments

*