29° raduno “Azzano d’Italia” nelle zone terremotate: una delegazione anche da Seravezza

0

SERAVEZZA – Sabato 1 aprile a Torricella Sicura, in provincia di Teramo, l’associazione “Gli Azzano d’Italia” incontrerà la cittadinanza abruzzese per portare un contributo alle popolazioni terremotate.

I comuni che fanno parte de “Gli Azzano d’Italia”, di cui Seravezza è socio fondatore, sono legati dall’avere il nome “Azzano” nella propria denominazione o in quella di frazioni del territorio e per il loro 29° raduno hanno deciso di recarsi in Abruzzo per dimostrare vicinanza e partecipazione alle zone colpite dal terremoto dello scorso agosto.

Dodici delegazioni italiane e una svizzera, infatti, sabato arriveranno a Torricella Sicura. Ci sarà anche la delegazione seravezzina composta dal Sindaco Riccardo Tarabella, dal Presidente del Consiglio Comunale Riccardo Biagi e dal Consigliere Lorenzo Gabrielli.

Dopo i consueti saluti istituzionali, le delegazioni si riuniranno per pranzo e in seguito saranno accompagnate in visita al paese e al Museo etnografico. Nel pomeriggio si terrà l’Assemblea civica presso la piazza principale di Torricella Sicura.

Come tutti gli altri comuni presenti, anche Seravezza porterà il suo contributo per i terremotati, unito a quello che, con grande sensibilità, è stato messo a disposizione dalle associazioni che fanno parte della Consulta Comunale del Volontariato. «Il nostro Comune è sempre stato molto coinvolto nell’attività de “Gli Azzano d’Italia” ma questa volta l’occasione ci è sembrata ancor più importante», dichiara il sindaco Riccardo Tarabella. «Partiamo per l’Abruzzo con la consapevolezza di partecipare a una festa ma con la speranza, nel contempo, di poter aiutare concretamente le popolazioni terremotate e di esprimere loro tutta la nostra solidarietà». Il Presidente Biagi, che da anni ormai segue da vicino le iniziative dell’Associazione, conclude: «Quella de “Gli Azzanno d’Italia” è una grande famiglia di cui orgogliosamente facciamo parte fin dalla sua costituzione e oggi più che mai siamo fieri di partecipare perché ancora una volta l’associazione dimostra unione e umanità verso chi ha perso tutto. Seravezza non poteva mancare all’appuntamento in Abruzzo: porteremo un abbraccio da parte di tutta la nostra cittadinanza che si è sempre mostrata vicina alle popolazioni colpite dal terremoto. Un ringraziamento speciale alla nostra Consulta del Volontariato, che anche in questa occasione si è dimostrata sensibile nei confronti delle popolazioni terremotate».

No comments

*