A 30 dalla morte si ricorda Don Sirio Politi: appuntamento a Villa Argentina

VIAREGGIO – Domani (venerdì 16 febbraio), alle ore 17.00, a Villa Argentina si svolgerà l’evento: “Semplicemente Sirio. Ricordo di don Sirio Politi a trent’anni dalla morte”.

Un omaggio al pensiero di colui che fu un prete vicino ai lavoratori e agli operai, poeta, artigiano, scrittore, vivido pensatore che ha avuto sempre la capacità di intrecciare e far dialogare fra loro realtà diverse e farne una sintesi costruttiva. Primo prete operaio in Italia, legò la sua vicenda umana con uguale passione alla ricerca spirituale e alle lotte operaie.

Un infaticabile uomo di frontiera che si intende ricordare rileggendo anche alcuni dei suoi scritti che ripercorrono le grandi tappe della sua vita: dalla parrocchia di Bargecchia alla darsena degli anni Cinquanta e Sessanta, all’ esperienza di Bicchio e al successivo ritorno alla darsena, con le sue lotte anche nazionali a sostegno della pace e per il disarmo nucleare, fino alla morte.

Una vita vissuta intensamente, con coraggio e fede, sempre in costante difesa dei diritti dei più deboli.

Don Sirio si spense il 19 febbraio 1988 a Pisa. Al suo funerale era presente una grande folla e il suo feretro fu portato a spalla attraverso le vie della darsena per un ultimo saluto. Ma come lui stesso amava dire: “La morte non chiude la storia”. 

Intervengono tra gli altri: don Luigi Sonnenfeld, Maria Grazia Galimberti, Andrea Genovali e Renato Gérard.

Le letture saranno realizzate da: Ilde Bigicchi, Lorenzo Abbarchi e Lidia Cerri.

L’evento è organizzato dalla Provincia di Lucca in collaborazione con il Comitato 2 maggio, l’Oratorio della Chiesetta del Porto, la Biblioteca della Fondazione Caprili e il Comune di Viareggio.