“4 firme ai referendum per cambiare la politica economica europea”

0

VIAREGGIO – In questi giorni anche in Versilia si è costituito il Comitato per raccogliere le firme per i quattro quesiti referendari per modificare la legge sul Fiscal Compact, e per ribadire un si alla fine dell’austerità, un si alla crescita e un si all’Europa del lavoro e per nuovo modello di sviluppo.

I 4 quesiti referendari serviranno per aprire la strada ad una revisione complessiva delle politiche economiche europee attraverso, nel caso dell’Italia, l’abrogazione di alcuni passaggi della legge 243/2012  sull’equilibrio di bilancio pubblico inserito in Costituzione.

“Abbiamo necessità di un deciso cambio di rotta rispetto ad un modello economico ormai morente – si legge nella nota -, un segnale forte nel proporre un orizzonte di senso che ci dia una prospettiva di ripresa e di sviluppo, sostenibile e solidale, e che poggi su un rinnovato patto sociale fra le diverse componenti della società. Le gestioni delle crisi economiche, storicamente, scaricano verso il basso i loro effetti negativi devastando i corpi sociali dei paesi  minando le capacità di risposta delle comunità. Dobbiamo uscire dalla crisi, e se ci riusciremo, dovremo necessariamente avere più diritti, più giustizia sociale, più democrazia.Ed è per questo, che la firma per i 4 quesiti referendari, si configura come una battaglia contro l’austerità e a favore dello sviluppo, del lavoro e per una solidarietà sociale sicuramente più sostenibile. L’austerità ha fallito, riprendiamoci la crescita, riprendiamoci l’Europa. Da lunedì 15 settembre invitiamo la cittadinanza a  recarsi a firmare presso le seguenti sedi, oppure nei vari presidi che organizzeremo sul territorio versiliese: CGIL Versilia- Piazza Manzoni 5,Viareggio, ARCI Versilia- Via Regia 68, Viareggio Rifondazione Comunista Federazione della Versilia- Via S.Martino 260, Viareggio

No comments

*