“430.000 euro di debiti insoluti e scaduti nei confronti della Società della Salute in liquidazione”, interpellanza di Coluccini

MASSAROSA – Interpellanza del capogruppo di Associazione Civica Massarosa, Alberto Coluccini, sui debiti del Comune nei confronto della Società della Salute.”L’ufficio sociale del Comune di Massarosa – dice – ha accumulato dal 2015 al 31 dicembre 2017 l’enorme debito di oltre 430mila euro scaduto e non onorato nei confronti della Società della salute in liquidazione. Debiti in gran parte per servizi e prestazioni regolarmente erogati dalla Società della salute per il sociale di Massarosa ma non pagati dal Comune, oltre alle quote associative annue dovute. Società-consorzio di cui peraltro l’assessore al sociale di Massarosa ha ricoperto l’incarico di presidente”.”Ho presentato – spiega Coluccini – una interpellanza consiliare per fare luce sull’ulteriore grosso buco nei conti del Comune individuato, per chiarire come questo sia successo, non vorrei che l’assessore al sociale nel doppio ruolo anche di presidente della Società della salute ora in liquidazione e la giunta Pd &c di Massarosa abbiano sempre difeso una società che a tutti gli altri invece appariva come un carrozzone costoso perché pensavano di poterlo adoperare come un bancomat senza limiti. Ora chiedo come mai il Comune di Massarosa non abbia provveduto al pagamento di quanto dovuto per i servizi del sociale e vi sia un cosi grande accumulo di debiti a partire dal 2015 nei confronti della Società della Salute e sopratutto arrivati a questo punto come e quando intendano far fronte ai debiti che hanno accumulato e procedere al pagamento ed estinzione dell’arretrato di oltre 430mila euro dal 2015 in poi nei confronti della Sds, non vorrei avessero intenzione di lasciare anche questo debito per servizi già forniti da questo assessorato in eredità a chi verrà poi e ai cittadini di Massarosa”.