A Pietrasanta un po’ di Corea, espongono marito e moglie

0

PIETRASANTA – Lee Kyoung-Jae e Park Min-Jung, coreani, marito e moglie, entrambi scultori ed entrambi diplomati presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara nel 1995, presentano questa loro prima mostra “Diario”, insieme in Sala delle Grasce, nel chiostro di Sant’Agostino. Una coppia d’arte. Lavorano presso il Marble Studio di Nicola Stagetti, in centro. Il loro universo familiare si traduce in forme e linguaggi diversi. Park Min-Jung presenta i suoi ultimi lavori in ceramica: semplici, essenziali, ma coloratissimi, propongono elementi ispirati alla natura, come alberi ed animali. Queste sue sculture, in questo caso quasi bassorilievi, offrono l’interpretazione della realtà data dall’artista, in parte quotidiana ed in parte sognata. Più basate su un figurativo essenziale e lineare sono invece le sculture in marmo del consorte Lee Kyoung-Jae, per il quale lo spirito e l’anima già convivono all’interno del materiale da scolpire. Tra le altre opere, una piccola ma deliziosa orchestrina di sei elementi accoglierà il pubblico. Le figure, tutte intente nel loro ruolo, sembrano si siano fermate nel tempo, nella pietra appunto, nel bel mezzo dell’azione che si stava compiendo, suggerendo così, da statiche, un’idea di movimento. L’armonia dei personaggi tra di loro, la morbida finitura della superficie marmorea, la stessa espressione del viso che si ripete invariabilmente creano una gioiosa intimità, facilmente palpabile, che, per volere dell’artista, appunto aspira a creare un tipo di scultura che sia godibile, che offra una sensazione allo stesso tempo di conforto e leggerezza, tradotti nell’immortalità della pietra.

La mostra che aprirà sabato 20 settembre, ore 18, sarà visitabile tutti i giorni nell’orario 16-21; dal venerdì alla domenica nell’orario 16-23. Ingresso libero.

No comments